Cocktails bar: Intervista a Diego Pellegrino, Consultant Director di Zenzero

Cocktails bar: Intervista a Diego Pellegrino, Consultant Director di Zenzero

1) Zen-Zero. Un nome curioso per un cocktail bar. Come è stato scelto e perché?

Sono diverse le ragioni che ci hanno convinto a scegliere questo nome per il nostro Cocktails bar. Lo zenzero, che qualcuno si ostina a chiamarlo con il termine inglese ginger, è un’ottima spezia. Per di più possiede notevoli proprietà fitoterapiche: è un potente antiossidante,  un ottimo energizzante, è annoverata tra le sostanze afrodisiache. Quindi, lo zenzero è una spezia vivace, frizzante come l’energia dei giovani collaboratori che animano e hanno realizzato ZEN-ZERO. Diciamo che ci rilassiamo poco. Meditiamo molto ma dobbiamo farlo velocemente…

2) Zen-Zero nasce in un momento economicamente poco felice. Come sta rispondendo la città? E i giovani?

Come molte altre città italiane anche Torino sente la grave crisi, tuttavia a mio giudizio la città è ben attrezzata per affrontarla egregiamente. Tradizionalmente il tessuto economico torinese è caratterizzato da una cospicua presenza di professionalità imprenditoriale. Chi possiede le capacità, le competenze e la voglia di realizzare idee innovative, con la pazienza che contraddistingue la vera imprenditoria piemontese, sa di trovarsi in un ambiente culturalmente aperto e soprattutto pronto ad accoglierlo. Credo che questo patrimonio possa dare frutti notevoli anche in questo periodo poco esaltante dal punto di vista economico. Sarebbe molto grave disperderlo. Sarebbe necessaria maggiore consapevolezza e più spirito di corpo.

Il ragionamento vale ancora di più per la componente più giovanile della società torinese. Inizialmente immaginavo che Zen-Zero avrebbe attratto esclusivamente questo tipo di clientela, invece sono sorpreso dalla trasversalità del target di clienti che frequenta Zen-Zero. Credo che questo aspetto denoti come la vivacità dei giovani sia potenziale nelle diversi componenti del tessuto sociale cittadino.

Zenzero

Zenzero

3) Quali sono le difficoltà oggi per farsi conoscere e apprezzare? Quali sono l proposte che davvero vi differenziano dagli altri locali?

Mi verrebbe da dire le difficoltà… Naturalmente ogni locale affronta numerosi ostacoli, tuttavia non posso non considerare le diverse sfaccettature di Zen-zero: non siamo solo un ristorante e non siamo solo un cocktails bar ma l’insieme delle due cose e in questo caso…. uno più uno fa tre!

Zen-zero si propone come un locale che rompe i classici schemi specialistici del settore. E’ adatto per un aperitivo o una cena di lavoro o per un drink a tarda notte… Questa diversificazione della proposta è stata tuttavia vincente.

Inoltre non bisogna trascurare un altro aspetto importante della nostra proposta: la cura e la rappresentazione dei nostri piatti e cocktails. Realizzati con prodotti di qualità e presentanti in maniera diversa da quella tradizionale, più scenografici ed esteticamente raffinati… anche un semplice hamburger può trasformarsi in un piatto ricco e intrigante. Ne è un esempio il nostro cheeseburger scomposto, chiamato così perché tutti gli elementi del panino sono serviti a parte sul piatto.

4) Se dovesse scegliere un cocktail per rappresentare Zen-Zero quale sceglierebbe e perché?

Sicuramente direi lo ZENZERO JULEP! Rappresenta la massima espressione dei nostri cocktails a base di zenzero. E’ stato inserito nella speciale lista degli “zenzero cocktail” proprio per il grande successo riscontrato tra la nostra clientela:

4 cl. Rum scuro
2 cucchiaini di  Zucchero di canna
1/2 fetta diArancia
½ Lime

Colmare con Ginger Ale  – Decorazione: Menta, arancia e frutta di stagione

Ma sarei troppo scontato! Se dovessi pensare al drink che rappresenta il successo del nostro progetto penserei alla specialità della casa ideata da uno dei miei migliori collaboratori, Simone Marino, e quindi  al cocktails SAIMEN, servito in quello che in piemontese si chiama “burnia”, (ovvero il barattolo per conservare frutta, verdura o marmellate) con decorazioni a base di frutti esotici e marshmallow:

2 cl rum
2 cl gin
1cl midori
1 cl vodka pesca
1,5 cl sour

Colmare con Soda Water

5) Quali sono le nuove tendenze in tema di beverage oggi?

Oggi giorno le tendenze sono cambiate. La gente è informatissima, apprezza e ricerca sempre più prodotti di qualità. E’ in corso un lento processo per il quale la clientela appare raffinarsi sempre più. Come nei migliori cocktails bar dei grandi alberghi: non sono pochi coloro che da un lato ci chiedono la tipologia e marca del distillato e dall’altro ci invitano alla ricerca di prodotti più particolari e non sempre facili da trovare in un bar che non sia all’interno di un hotel cinque stelle… Il discorso vale addirittura per la semplice acqua tonica o per una bibita al chinotto. Ma la questione è ancora più complessa. Infatti bisogna aggiungere un’altra variabile al ragionamento. Oltre alla qualità, la tendenza attuale è sperimentare, se non azzardare, drink con prodotti diversi. Quindi riproporli in chiave moderna. La creatività deve essere una componente del barman. Si pensi che oggi i cocktails non vengono solo serviti nei loro classici bicchieri standard, ma in provette o siringhe con le quali il cliente interviene personalmente e modifica secondo i propri gusti il sapore, il retrogusto e la quantità di componente alcoolica.

6) La vostra cucina spiegata in 4 righe

Abbiamo scelto di realizzare una cucina diversa che si presta bene per le diverse tipologie di pubblico, da quello più tradizionalista a quello definito “tiratardi”. Siamo un’ottima risorsa per gli amanti del dopo cinema e del dopo teatro….perchè da noi fino alle 2 di notte si può trovare sempre un buon piatto di pasta fresca. La nostra Carta è composta da 5 must della cucina:

  • primi patti di pasta fresca, firmata Pasta e company, esaltati dalle salse del nostro Chef.
  • Pizze al padellino. Dalla semplice Margherita alla più
  • Hamburgeria “scomposta” di Zenzero. Sono i nostri hamburger classici e ricercati con tutti gli ingredienti serviti sul piatto.
  • I dessert. Sono quotidianamente preparati dalla nostra pasticcera.
  • Un intero menù a base di ZENZERO. Dall’antipasto al dessert. Inclusi i piatti della tradizione piemontese rivisitati dalla fantasia più estrosa e vivace di Zen-Zero.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento