Carboidrati: pane e co. fanno mangiare troppo

Carboidrati: pane e co. fanno mangiare troppo

I carboidrati: pane ed altri farinacei, come biscotti, torte e merendine Ma anche altre prodotti al alto Indice Glicemico (IG), come patatine, riso e pasta. Tutti questi alimenti possono agire
sul cervello,

aumentando il desiderio di cibo, facendo salire il consumo e rendendo più soggetti a dipendenze alimentari.

Questa la meccanica descritta da una ricerca del Boston Children’s Hospital (sezione Obesity
Prevention Center), diretta dal dottor David Ludwig e pubblicata sul “Journal of the American Medical
Association”
.

L’indagine è iniziata col reclutamento di 12 volontari: maschi, età 18-25 anni, sovrappeso od obesi.

Divisi in due gruppi, questi hanno assunto un frullato con caratteristiche organolettiche uniformi: (sapore, colore, densità. Tuttavia, il frullato del primo gruppo aveva carboidrati ad
alto IG, quello del secondo gruppo un basso IG.

Quattro ore dopo il pasto, i volontari hanno subito un doppio esame: scansione cerebrali con la risonanza magnetica funzionale per immagini (o fMRI), misurazioni dei livelli di zuccheri nel
sangue e lo stimolo della fame.

Secondo i controlli, il primo gruppo (frullato ad alto IG) aveva avuto un rapido picco di zuccheri, decaduto quattro ore dopo il consumo. In tale fase, la glicemia era rapidamente calata, la
fame diventava eccessiva ed il nucleo accumbens, regione del cervello, si attivava in maniera notevole.

Al contrario, il secondo gruppo (frullato a basso IG) i livelli di zucchero sono saliti e poi calati in maniera graduale.

Secondo gli studiosi, il sistema è regolato dall’Indice Glicemico: in base al valore, questo provoca o meno l’emissione di dopamina: ormone della ricompensa, questa può favorire
l’associazione cibo-benessere, favorendo il troppo mangiare e le dipendenze alimentari. E’ ciò avviene a parità di calorie e dolcezza percepita.

Perciò, conclude il dottor Ludwig, ” Questi risultati suggeriscono che limitare i carboidrati ad alto indice glicemico come pane bianco e le patate potrebbe aiutare le persone obese a
ridurre l’appetito e controllare la voglia di mangiare troppo”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento