Canone Rai. Il Garante del Contribuente: denunceremo Rai e Sportello abbonamenti tv per truffa aggravata

Canone Rai. Il Garante del Contribuente: denunceremo Rai e Sportello abbonamenti tv per truffa aggravata

Il Garante del Contribuente del Piemonte preannuncia una denuncia per truffa aggravata e abuso d’ufficio nei confronti della Rai e dell’Agenzia delle Entrate (Sportello abbonamenti tv di Torino)
per il loro comportamento nei confronti dei contribuenti che non detengono il televisore o che hanno fatto regolare disdetta.

(1) Da anni, la Rai porta avanti la sua opera di intimidazione nei confronti di centinaia di migliaia di cittadini accusati di evadere il canone anche se
il canone non è dovuto. In molti casi, nonostante le ripetute lettere raccomandate con cui questi cittadini sono costretti a ribadire periodicamente alla Rai di non avere la tv, lo
specifico Sportello abbonamenti procede con cartelle esattoriali, fermi amministrativi di beni mobili e addirittura ipoteche di beni immobili.

Per questo, abbiamo invitato i cittadini a denunciare il comportamento della Rai al Garante del Contribuente, oltre che alla Procura della Repubblica di Torino e alla Corte dei Conti. Ora il
Garante ha fatto proprie le ragioni di questi cittadini. E’ la prima e unica voce istituzionale che si muove per porre fine all’indecente comportamento della Rai e del suo sceriffo di Nottingham
che e’ lo Sportello abbonamenti tv.

Ma è necessario che il maggior numero possibile di cittadini si unisca a questa battaglia per imporre alla Rai standard di legalità e di civiltà che da tempo ha
abbandonato:

Qui come aderire alla campagna per la disdetta del canone:

Qui come difendersi dalla Rai:

(1) Le lettere del Garante del Contribuente:
.

Leggi Anche
Scrivi un commento