Bruni, Cogeca, al Consiglio informale dei Ministri Agricoli in Danimarca

Bruni, Cogeca, al Consiglio informale dei Ministri Agricoli in Danimarca

Intervenendo questa mattina in occasione del Consiglio informale dei Ministri dell’Agricoltura dei 27 Stati membri organizzato dalla presidenza danese a
Kolding and Horsens, Paolo Bruni, presidente della Cogeca, ha portato il contributo della cooperazione agricola europea al tema in discussione, ovvero “il
contributo del settore agricolo e agroalimentare alla transizione verso un’economia rispettosa dell’ecologia”.

Bruni nell’occasione ha sottolineato ai Ministri europei gli ingenti danni subiti dalle cooperative italiane colpite dal terremoto soprattutto nei settori del parmigiano reggiano, del grana
padano, dell’ortofrutta e della zootecnia che ora necessitano di rimettere in moto l’economia.

“Le cooperative agricole- ha ricordato Bruni – operano tanto sui mercati regionali che su quelli internazionali, ma con una matrice comune: sono radicate nel territorio e non possono
delocalizzare la loro attività.

La loro funzione principale è e resterà quella di fornire alimenti sani e in quantità sufficiente ai consumatori europei, e questa esigenza è destinata a crescere in
maniera esponenziale nei prossimi anni”.

“È pertanto imprescindibile – ha proseguito Bruni -una intensificazione sostenibile della produzione agricola europea, per questo occorre una PAC più coraggiosa capace di
imprimere una svolta alla competitività dell’agricoltura europea e di fornire una risposta alla redditività delle aziende agricole”.

“Entro il 2030 ha ricordato il presidente della Cogeca- circa il 30% dei prodotti chimici venduti sul mercato e il 25% dell’energia destinata ai trasporti europei proverranno dalla biomassa: la
principale sfida consiste nel trasformare tali prospettive in opportunità per il comparto agricolo, superando il dibattito sterile sulla competizione tra la produzione alimentare e lo
sviluppo della biomassa a fini diversi da quelli dell’alimentazione”

“E’ quindi indispensabile – ha concluso Bruni – un accresciuto sostegno pubblico alla ricerca agronomica e all’innovazione, attività nelle quali Cogeca è già fortemente
impegnata, come testimoniano la partecipazione alla piattaforma a favore dello sviluppo di un progetto di bioraffineria che potrebbe riunire circa un miliardo di euro per il finanziamento di
progetti pilota in Europa e l’organizzazione della seconda edizione del Premio Europeo per l’Innovazione Cooperativa la cui cerimonia di assegnazione si svolgerà il prossimo 20 Giugno a
Bruxelles presso il Parlamento Europeo”.

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento