Bollo auto: si può pagare 15 giorni dopo scadenza

Milano – Chi deve pagare il bollo entro il 31 gennaio non incorrerà in nessuna sanzione se lo farà entro il 15 febbraio, e chi lo deve pagare entro il 29 febbraio, non
avrà sanzioni se anche lo farà entro il 7 marzo, regione Lombardia ha deciso di rinunciare agli incrementi sugli importi previsti per chi non riuscisse a rispettare i termini di
pagamento.

Perché? Ovviamente per agevolare i cittadini. Dal 1 gennaio è infatti entrato in funzione un nuovo sistema assolutamente all’avanguardia di riscossione, totalmente informatizzato
e curato da Lombardia Informatica. E’ a prova di errore: non accetta dati sbagliati o errori di trascrizione e consente a ciascuno di correggere per sempre eventuali inesattezze ereditate dalla
precedente gestione statale dei registri. I cittadini possono essere certi che, con qualche minuto di pazienza in più ora, quando pagano il bollo auto, si garantiscono per il futuro
l’assenza di disguidi e di conseguenti perdite di tempo per dimostrare di aver ragione.

La novità del sistema informatico ha fatto registrare disguidi e problemi di messa a punto, di cui Lombardia Informatica, per bocca del suo consigliere delegato Giovanni Catanzaro, si
scusa con i cittadini. «I disguidi – spiega Catanzaro – si sono verificati soprattutto con alcune delegazioni dell’Aci, per problemi tecnici di collegamento, legati alla necessità
di allineare i dati anagrafici della banca dati di ACI con quelli di Regione Lombardia, ma li stiamo risolvendo».

INDICAZIONI PRATICHE
Se all’ACI, in tabaccheria o nelle altre sedi di riscossione si inseriscono dati sbagliati all’atto del pagamento, il cervellone regionale non li accetta.
Li accetta solo se, recandosi in una delle 400 delegazioni ACI o in un’agenzia di pratiche auto, i dati sono stati corretti e così l’automobilista può star certo che in futuro non
sarà vittima di disguidi.
Offrendo la propria assistenza tecnica ai cittadini lombardi, Regione Lombardia mette a disposizione dei contribuenti anche un numero di fax gratuito (800107343) a cui far pervenire le
eventuali correzioni.

In questi giorni i contribuenti lombardi stanno ricevendo la lettera della Regione Lombardia che ricorda i termini di scadenza del bollo auto e che contiene anche una tabella con i dati
anagrafici del cittadino e quelli tecnici del veicolo.
All’avviso di scadenza è stato inoltre allegato il modulo «comunicazione del contribuente» per aiutare il cittadino a comunicare eventuali incongruenze derivanti
dall’archivio gestito fino al 31 dicembre 2007 da ACI.

E’ possibile pagare la tassa automobilistica presso i seguenti intermediari della riscossione :
– Pagamenti on-line presso gli sportelli di Poste Italiane (costo 1 euro);
– Tabaccherie abilitate, aderenti al circuito Lottomatica (costo
1,55 euro);
– Agenzie Pratiche Automobilistiche autorizzate (costo 1,55 euro);
– Delegazioni dell’Automobile Club d’Italia autorizzate (costo
1,55 euro);
– Pagamenti on-line presso gli sportelli della Banca Popolare di Sondrio (il servizio è gratuito);
– ATM (sportelli Bancomat) di Intesa-San Paolo;
– Home Banking di Intesa-San Paolo.

Oppure tramite:

– Telebollo: riscossione della tassa automobilistica con carta di credito telefonando al numero 199.711.711 o al numero
06.66545345 (costo 1,55 euro il 2% dell’importo della tassa);
– BolloNet: riscossione della tassa automobilistica con carta di credito collegandosi al sito internet www.aci.it (costo 1,55 euro il 2% dell’importo della tassa);
– TaxTel: riscossione della tassa automobilistica con carta di credito telefonando al numero 800.191.191 oppure collegandosi al sito internet www.taxtel.it (costo secondo le tariffe indicate
dagli operatori o riportate nel sito indicato).

Leggi Anche
Scrivi un commento