Bill Gates va in pensione

Dal prossimo luglio Microsoft si troverà orfana di uno dei suoi fondatori: Bill Gates, il padre del colosso dell’informatica, infatti, ha annunciato alla platea raccolta nel Venetian
Hotel di Las Vegas il suo ‘prepensionamento’, ma ha sottolineato che la corsa all’innovazione digitale non verrà arrestata: ‘Non c’é niente ‘ ha spiegato – che ci impedisca di
andare avanti molto più veloci e di fare molto di più nel secondo decennio digitale, verso la piena connessione delle persone’, anche grazie al collegamento tra televisione,
telefonia, internet e computer.

Bill Gates, dunque, partecipando per l’ultima volta alla manifestazione che segna l’inizio del Consumer Electronics Show, nel Nevada, ha delineato l’evoluzione di Microsoft, che, pur dovendo
lottare costantemente contro i nuovi ed i vecchi concorrenti per mantenere la pole position, oggi punta sulla connessione tra i media ed i mezzi di comunicazione per creare strumenti flessibili
e dalle mille possibilità.
‘Tutto sarà connesso ‘ ha assicurato Gates – Garantito. Gli utenti non dovranno più ricordarsi cos’è e dove: la tendenza qui è chiara, tutto nei media e nel
divertimento sarà veicolato in digitale. Il primo decennio digitale ha avuto un successo tremendo’.
Il padre di Microsoft ha anche mostrato apprezzamento per le ultime novità proposte dai rivali di sempre, Nintendo (Wii) e Apple (l’iPhone), che dimostrano come ‘strumenti per
un’interazione più naturale ti portano la di là della tastiera e del mouse’: ‘La prossima grossa sorpresa per la gente sarà quanto questo interfaccia naturale
diventerà pervasivo’, ha annunciato Gates.

Sul fronte delle apparecchiature, però, Microsoft non ha mostrato grandi novità: questo ‘in parte è dovuto al fatto che Microsoft è stanca di annunciare
novità che poi non si concretizzano mai più o escono in una forma molto diversa da quella con cui erano state presentate», ha spiegato Gates. ‘Penso ancora sia l’approccio
giusto ‘ ha puntualizzato – ma un po’ più di dinamismo non avrebbe guastato’
l’ultima presentazione di Bill Gates, dunque, si è conclusa con la descrizione di ciò che è stato fatto e di ciò che si farà e, dopo i messaggi di auguri
lasciati da personaggi famosi (Hillary Clinton, Steven Spielberg, George Clooney, Barak Obama e Al Gore) la palla è passata a Robbie Bach, presidente della divisione Microsoft
Entertainment and Devices, che eredita così l’arduo compito del padre di Microsoft.

Leggi Anche
Scrivi un commento