Bergamo: Un corso di telenarcosi venerdì per agenti impegnati nella vigilanza faunistico-venatoria

 

Venerdì 31 ottobre 2008 si terrà un corso di aggiornamento sull’immobilizzazione chimica a distanza degli ungulati: è un’iniziativa indirizzata agli
agenti del Corpo di Polizia provinciale, impegnati nella vigilanza faunistico-venatoria sul territorio bergamasco.

«Abbiamo constatato che la formazione teorica e pratica degli agenti in merito ai metodi di cattura degli ungulati selvatici mediante immobilizzazione chimica a distanza in questi
anni ha dato i suoi frutti – commenta l’assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Luigi Pisoni – e pertanto abbiamo ritenuto indispensabile approfondirne le tematiche. Nello specifico,
si intende affinare la preparazione degli agenti che si affiancano agli esperti veterinari nelle fasi di utilizzo dei lanciasiringhe, di prima manipolazione, nonché di
rilevamento biometrico e marcaggio».

Il corso durerà una giornata e si terrà nella Sala esami venatori del Settore Agricoltura, Caccia e Pesca di Via F.lli Calvi 10. Al seminario parteciperanno anche agenti
del Corpo Forestale di Stato e medici del Dipartimento dei Servizi Veterinari dell’Asl di Bergamo. Le tematiche affrontate includono l’analisi degli strumenti lanciasiringhe
e dei prodotti chimici per l’immobilizzazione.

Saranno esaminati il monitoraggio delle funzioni vitali degli animali, gli interventi di emergenza e di prelievo di campioni biologici e le attrezzature e i criteri per i rilevamenti
biometrici e per il marcaggio. Per l’assessore Luigi Pisoni «si tratta di un’importante iniziativa prevista nell’ottica della tutela della fauna selvatica e
della prevenzione, alla quale i nostri agenti del Nucleo Ittico-Venatorio si dedicano con impegno e passione».

 

Leggi Anche
Scrivi un commento