Assemblea annuale Confartigianato: forte appello ai politici, consuntivo e progetti

Frosinone – L’Assemblea annuale della Confartigianato Imprese di Frosinone è stata anche l’occasione per tracciare un consuntivo dell’attività svolta nell’ultimo anno e
per parlare dei progetti futuri.

Non prima però di aver lanciato un forte appello a tutti i candidati in corsa per un posto in Parlamento: «La nostra associazione – ha rimarcato il presidente Cestra – chiede una
cosa su tutte: maggiore attenzione da parte della politica verso le esigenze ed i problemi della piccola e piccolissima impresa. Da più parti, anche in questa campagna elettorale,
abbiamo sentito parlare della nostra realtà come del volano dell’economia. Ed è vero, se solo pensiamo alle migliaia di imprese di piccole dimensioni che esistono, lavorano,
producono e danno occupazione. A questa consapevolezza, però, non fa riscontro un’adeguata attenzione. Che noi adesso auspichiamo, anzi pretendiamo. Chiunque andrà a rappresentare
il nostro territorio dia perciò ascolto alle nostre richieste così da ridare ossigeno ad un comparto che altrimenti rischia di soffocare mettendo a repentaglio centinaia di
aziende e posti di lavoro. Cosa chiediamo? Innanzitutto, una nuova politica tributaria con l’applicazione di una equa pressione fiscale; quindi, una riduzione dei costi della burocrazia ed una
sua semplificazione; una migliore politica dei redditi a favore delle famiglie per rimettere in moto l’economia e maggiori agevolazioni per l’accesso al credito. La Confartigianato – ha
sottolineato con fermezza Cestra – vigilerà sull’azione del nuovo governo affinché tutto ciò si trasformi in fatti concreti.

Cestra ha quindi tracciato un consuntivo dell’attività dell’associazione. E l’immagine che ne è emersa è stata quella di una Confartigianato in salute, che tanto ha
lavorato e che è piena di progetti per il futuro.
«Il numero degli iscritti – ha rimarcato Cestra – è in trend positivo da tempo ed abbiamo superato le 2000 unità; l’offerta dei servizi è sempre più ampia e
qualificata; la comunicazione è stata potenziata con un restyling accurato del nostro portale al quale sono stati affiancati un Ufficio Stampa ed un Magazine; alla storica sede di
Frosinone e a quelle zonali di Cassino e Sora abbiamo aggiunto dallo scorso 15 marzo quella di Alatri; abbiamo creato l’Accademia degli Alimentaristi; siamo stati presenti a numerose ed
importanti Expo in tutt’Italia; ci siamo impegnati nel sociale con iniziative a favore di anziani e bambini. E poi i corsi, fra i tanti effettuati, per la sicurezza sul lavoro – ben 16 nel 2007
e già 3 nel 2008 – e le nuove convenzioni con le banche per facilitare l’accesso al credito degli associati.

Il futuro. Tra i tanti progetti mi piace ricordarne alcuni: l’ulteriore potenziamento dell’area comunicazione che punta alla creazione di un dialogo quotidiano, diretto ed in tempo reale tra
l’associazione e le imprese; la realizzazione di un sondaggio per soddisfare e risolvere ancora meglio le esigenze ed i problemi delle aziende; un impegno sempre più marcato per la
creazione di quella filiera agro-alimentare che per noi è di vitale importanza per il rilancio dell’economia provinciale. In questo contesto si inseriscono due altri progetti collegati:
la riattivazione del sito dell’ex stabilimento Solac quale sede, appunto, di un Polo artigianale di trasformazione della filiera Agro-Alimentare con creazione di marchi di qualità delle
eccellenze alimentari del nostro territorio e poi la realizzazione di un’altra Area espositiva, complementare e collegata alla prima. Infine, ma ci sarebbe ancora tanto da dire, la prossima
apertura di una nuova sede zonale a Ferentino».

Leggi Anche
Scrivi un commento