Assalto al Pigneto, la Polizia esclude la matrice politica

Roma – Dietro all’assalto di ieri contro tre negozi gestiti da extracomunitari nel quartiere romano del pigneto non c’è la matrice politica, è quello che credono gli
investigatori della Questura di Roma, che stanno ricostruendo l’episodio e che adesso parlano dell’incidente come di «un sintomo di una forte intolleranza e insofferenza».

Il raid contro tre negozi di immigrati tra via Macerata e via Ascoli Piceno, infatti, sarebbe una «ritorsione di un gruppo di cittadini italiani, probabilmente dello stesso quartiere –
spiegano gli agenti – fatta dopo il furto di un portamonete contenente anche documenti e denaro». L’azione sarebbe stata organizzata da un italiano 50enne, che in mattinata ha prima
chiesto la restituzione dei soldi e dei documenti a un extracomunitario e poi nel pomeriggio si è vendicato presentandosi con una decina di persone a volto coperto e danneggiando i tre
negozi. Per la polizia durante l’assalto non sarebbe stato scandito alcuno slogan politico.

Leggi Anche
Scrivi un commento