Artigianato abruzzese: ripartizioni fondi per aree attrezzate

Pescara, 11 Ottobre 2007 – L’assessorato alle Attività Produttive rende noto il programma di ripartizione fondi anno 2006 degli Enti, che hanno richiesto, entro il termine di
legge, le provvidenze regionali per la costituzione di aree attrezzate per insediamenti artigianali.

In ordine ai criteri di formazione del suddetto programma, l’assessore Valentina Bianchi precisa che, “considerato che la disponibilità finanziaria per l’anno 2006 è di euro
2.700.000,00, e tenuto conto che alcune domande presentate non possono trovare accoglimento, in quanto non presentano i requisiti previsti dai punti a, b, c e d dell’art.75 della Legge
regionale del 1996, ed altre, invece, perchè presentate fuori termine, il Settore competente ha predisposto il programma di ripartizione dei fondi disponibili, in cui sono elencati i
Comuni che possono ottenere i contributi. Novantasette – precisa l’Assessore – quelli che potranno beneficiare dei fondi per l’adeguamento delle aree artigianali – seppure la ripartizione di
tali risorse non consenta la realizzazione di opere importanti.

Questo perchè – spiega Bianchi – l’attuale legge non ci permette di ripartire in modo funzionale i contributi, in base, cioè, ad una valutazione sulle specifiche esigenze di
ciascun Comune, bensì spalmate in maniera equanime. La nuova legge sull’artigianato, allo studio del Tavolo, tra Regione Abruzzo ed associazioni di categoria, proporrà, infatti –
anticipa Bianchi – l’adozione di parametri più efficaci”. La documentazione completa, comunque, è depositata presso la sede del Servizio Artigianato della Giunta regionale, per
ogni eventuale delucidazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento