Amato: «la macchina elettorale ha funzionato»

Nella corso di una conferenza stampa al Viminale il Ministro dell’Interno Amato ha presentato i dati relativi all’ultima rilevazione – quella delle ore 15 di lunedì 14 aprile –
sull’affluenza alle urne, una conferenza stampa iniziata poco prima delle 19, «i dati dell’affluenza – ha precisato il ministro – dipendono dalle trasmissioni delle sezioni ai Comuni, che
a loro volta li comunicano alle Prefetture e da lì giungono a noi».

Nella sostanza è stato comunicato ai giornalisti presenti che l’affluenza alle urne è stata superiore all’80%, «mediamente inferiore di 3 punti e mezzo rispetto alle
elezioni precedenti». «Un’affluenza comunque elevata rispetto alla media delle elezioni» ha dichiarato il responsabile del Viminale che ha immediatamente espresso piena
soddisfazione «perchè l’unificazione dei diversi momenti elettorali (politiche e amministrative) ha funzionato».

«Non ci sono stati fastidi particolari – ha aggiunto Amato – né situazioni difficili e ritengo che coloro che si sono trovati in fila nelle scuole avranno avuto modo di pensare che
grazie a queste file che stavano facendo si risparmiavano alcune centinaia di milioni di euro, che sarebbero stati spesi per gestire separatamente le elezioni locali, soldi che invece saranno
spesi più utilmente per l’istruzione dei figli».

«Mi aspetto una ponderata lentezza nell’arrivo dei dati reali» ha precisato il ministro, che ha aggiunto come «anche la non particolare rapidità con cui mi è
stato possibile arrivare qui con i dati sull’affluenza è figlia dello scrupolo con cui si cerca di seguire i protocolli anche nel servire i dati sull’affluenza. Per quanto riguarda i
risultati – ha concluso il responsabile del Viminale -, mi aspetto comunque che arrivino prima di quanto sia accaduto la volta scorsa».

Leggi Anche
Scrivi un commento