Alterazioni: Festival delle Arti Visive e della Musica

Alterazioni: Festival delle Arti Visive e della Musica

Il 17 luglio ad Arcidosso, GR, al via Alterazioni,il primo festival creativo dell’Amiata,frutto del lavoro di giovani professionisti e collaboratori del territorio. L’inaugurazione sarà
alle 17 nella Rocca Aldobrandesca con la presentazione della mostra collettiva di 49 artisti provenienti dall’Italia e dall’estero. Al taglio del nastro seguirà, alle 19.30,
l’aperitivo-cenanella suggestiva Piazza Cavallotti. Alle 20.30, la stessa Piazza diverrà teatro di videoinstallazioni e musica elettronica e vedrà alternarsi, sui palchi, ben
quattro performance di musicisti e dj.

Il festival è sostenuto dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Grosseto, dalla Comunità Montana, dal Comune di Arcidosso, dalla Pro loco di Arcidosso, dalla COOP Unione
Amiatina e dal CEDAV di Grosseto con la collaborazione di Art.lab Gallery e Trust Me Magazine La manifestazione, che animerà il cuore del borgo medioevale, a partire dalle 17.00, si
proporrà di alterare per valorizzare lo scenario circostante e, incentrandosi sul rapporto tra la pluralità di linguaggi artistici, punterà l’attenzione sulla
trasfigurazione visiva e sonora, basandosi su due sezioni: Alterazioni Visive e Alterazioni Musicali.

Alterazioni Visive: il vernissage della mostra si terrà’ alle ore 17 alla presenza delle autorità: 49 artisti, selezionati tramite un bando di concorso creato su facebook,
esporranno le loro opere nelle sale della Rocca. Con Alterazioni Visiveverrà sperimentata la combinazione di elementi del paesaggio medievale con le forme espressive dell’arte
contemporanea. La mostra sarà visitabile per tutto il mese di agosto all’interno del Castello Aldobrandesco. Verrà creato un percorso unico con opere che spaziano dalla fotografia
alla grafica, dall’illustrazione alla scultura, dalla pittura alle videoinstallazioni e, per il visitatore, sarà come seguire l’itinerario di un viaggio suggestivo in cui le opere si
sovrappongono a ciò che esiste per dargli forza e valorizzarlo. Come l’interessante opera murale dell’artista Cristian Sondache ha dipinto, per Alterazioni Visive, un muro di 70 metri
raffigurante un mondo fantastico, ma non troppo, dove gli esseri umani vivono in stretto contatto con i televisori. Il lavoro è stato documentato, con riprese video, da Igor Boris
Bertolucci dello Studio Sumatra e saranno presenti all’interno della mostra collettiva.

L’inaugurazione della mostra darà il via ad una serata densa di eventi imprevedibili perché, con il calare della luce, ore 19.30, i riflettori saranno letteralmente puntati sul
percorso che conduce alla Rocca Medievale. Il paesaggio d’intorno subirà una metamorfosie, l’antico borgo, diverrà esso stesso installazione. L’allestimento propone un percorso
emozionale – spiegano gli organizzatori – che si snoda verso un’altra dimensione fatta di luci insolite, colorate, che si alternano a scenari medievali. Sarà come seguire una scia
onirica che avvolgerà il paesaggio come una scultura di immagini e suoni.

All’ora dell’aperitivo, sempre a partire dalle 19.30, sui due palchi, allestiti per l’occasione, si alterneranno quattro gruppi musicali. I concerti di Alterazioni Musicali, dedicati alla
diffusione dell’arte contemporanea e della musica elettronica, daranno spazio ad interessanti e innovativi artisti che esploreranno le possibilità creative della combinazione di musica,
video e arti elettroniche. Alterazioni musicali, si propone, dunque, di portare sul palcoscenico del borgo medievale artisti la cui musica non è semplicemente catalogabile e dalla quale
emerga un percorso teso ad una ricerca sia sonora che lirica senza per questo risultare ostica ad ogni tipo di ascolto.

L’aperitivo-cena sarà accompagnato da Digital Brain part.1 cocktail. Alle 20.30 si esibirà l’artista romana Lili Refrain (chitarra e voce) con il genere musicale che lei stessa
definisce shippingead- musica shamanica, per viaggiare con la mente in un immaginario mantra. L’artista si serve di una loop station e sovrappone frasi sonore in tempo reale costruendo fitti
tappeti sui quali improvvisa sapientemente e istintivamente. Alle21.30, sarà la volta del pop elettronico basato sui canoni fondamentali della canzone d’autore del gruppo tutto
amiatinodei Liberal Carme: Norman Baiocchi (voce e chitarra acustica), Cristiano Bocchi(tastiere e campionamenti), Gabriele Monaci (basso) e Francesco Monaci (chitarra e seconda voce). A
seguire ore 22.30: progetto sperimentale diNOISE PROJECT | B/W EXPLOSION Steno (Dj) – Visual Q2: propongono una mescolanza di suoni Noise adattati alla Visual Art. Atmosfere intense e lontane
dal movimento House e dall’elettronica più commerciale. Il modello di riferimento è l’elettronica suonata nei club underground tedeschi. Ore 23.30 Digital Brain e
NeZoomiepropongono un DJseteccentrico e denso di influenze. Sonorità elettroniche contaminate da generi variegati. Tracce inedite e già conosciute sono il frutto di una recente ma
proficua collaborazione, un crossovernuovo che sfora i confini dettati dai generi musicali e al contempo ne crea di nuovi.

Provincia-grosseto.it
Redazione NEWSFOOD.com + Web TV

Leggi Anche
Scrivi un commento