Alta tensione in Libano. Nashrallah: «il governo ci ha dichiarato guerra

Rischia di precipitare la situazione in Libano dove da due giorni si fronteggiano i sostenitori del governo filo occidentale di Fuad Siniora e quelli legati al movimento sciita Hezbollah ,
scesi in strada contro la decisione dell’esecutivo di aprire un’inchiesta sulla rete informativa del movimento sciita e di rimuovere dall’incarico il capo della sicurezza dell’aeroporto di
Beirut, sospettato di avere legami con Hezbollah.

Con una intervista televisiva il leader del partito di dio Hassan Nashrallah ha dichiarato che la crisi libanese è entrata «in una nuova fase» dopo i provvedimenti adottati
del governo. «Una dichiarazione di guerra per conto di Israele e Usa» li ha definiti il leader sciita. Mentre resta chiuso l’ aeroporto internazionale , questa mattina i principali
quotidiani arabi parlavano già di guerra civile.

Leggi Anche
Scrivi un commento