FREE REAL TIME DAILY NEWS

Alp Transit-Gottardo: a dicembre 2016 treni regolari nel traforo più lungo del mondo

Alp Transit-Gottardo: a dicembre 2016 treni regolari nel traforo più lungo del mondo

By Giuseppe

Alp Transit-Gottardo: a dicembre 2016  treni regolari nel traforo più lungo del mondo

Date: Wed, 16 Nov 2016 09:00:26
Subject: AlpTransit-Gottardo, Serata Svizzera per festeggiare l’ inaugurazione del traffico ferroviario – Societa’ Svizzera – 14 Novembre 2016
Istituto Europa Asia IEA
EUROPASIA
Europe Asia Institute
Alp Transit-Gottardo: Festeggiamenti a Milano per l’ inaugurazione del traffico ferroviario
La ciclopica opera festeggiata dalla Società Svizzera di Milano

TRA MENO DI UN MESE TRENI REGOLARI NEL TRAFORO DEL GOTTARDO

Remigio Ratti con Colombo Clerici
Remigio Ratti con Colombo Clerici

L’ 11 dicembre 2016 i primi treni regolari attraverseranno il tunnel ferroviario più lungo del mondo, la galleria di base del Gottardo componente principale del colossale progetto svizzero di traforo delle Alpi denominato AlpTransit – 57 km di lunghezza da Ersfeld a Bodio e oltre 152 km di gallerie accessorie – per facilitare i viaggi nord sud del Pese ma anche e soprattutto, nell’ottica europea, snodo fondamentale del Corridoio dei due mari Rotterdam-Genova. La storica tratta montana del Gottardo resterà in funzione dopo l’apertura della galleria di base a fini turistici.

Ulrico Hoepli con Colombo Clerici
Ulrico Hoepli con Colombo Clerici

L’evento è stato ritenuto meritevole di una serata “AlpTransit”  dal Comitato manifestazioni della Società Svizzera, dal 1883 un’istituzione a Milano. A dare inizio alla festa alla presenza del console generale a Milano Felix Baumann alle 18.30 il fischietto del capotreno del 1882, quando venne inaugurata la prima galleria ferroviaria del San Gottardo. Immancabili per creare un’atmosfera che più svizzera di così non si può i famosi Alphorn e i canti jodler.

La Svizzera esulta giustamente per il suo AlpTransit, la cui galleria si è ufficialmente inaugurata il 1° giugno 2016, ma in Italia sono in molti a chiedersi quale sarà sulla nostra rete ferroviaria l’impatto della valanga di merci che la attraverseranno e che invece di proseguire il loro viaggio su ferro finiranno per riversarsi su migliaia di Tir, aggravando l’inquinamento delle valli alpine e della Pianura Padana.

Walter Finkbohner con Colombo Clerici
Walter Finkbohner con Colombo Clerici

Nel 2007 è stata inaugurata la galleria di base del Lötschberg, anch’essa facente parte del progetto AlpTransit, lunga 34 km, che ha portato un maggior transito di passeggeri, lungo la tratta, di circa l’80%, con risvolti positivi non solo sul turismo ma anche facilitando il traffico delle merci attraverso le Alpi.

La serata, affollata di cittadini svizzeri operanti nel capoluogo lombardo, di rappresentanti del mondo imprenditoriale e della società civile milanese – tra questi Achille Colombo Clerici presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia – è iniziata con il saluto di benvenuto del presidente della Società Svizzera Gian Franco Definti. Il console Baumann: “E’ un diverso modo di promuovere la nostra terra, aspettando di vedere i primi treni passeggeri arrivare fino a qui”.

Sono intervenuti quindi il prof. Benedikt Weibel, già presidente delle FFS-Ferrovie svizzere insieme al prof. Remigio Ratti dell’Università di Friburgo che ha presentato il suo libro “L’asse ferroviario del San Gottardo. Economia e geopolitica dei transiti alpini”. Dalla prefazione di Martin Schuler: “Remigio Ratti è riuscito  a scrivere in modo diverso la storia della mitica montagna, come storia di interessi, di negoziazioni, di sconfitte, che appaiono via via come occasioni colte o mancate: un gioco sottile che una regione periferica e di frontiera è condannata ad affrontare, se vuole avere in mano il proprio destino”.

Per l’occasione è stato preparato un panettone composto da materie prime svizzere, come il cioccolato e il burro, impastate da mani esperte italiane: “Vogliamo promuovere la Svizzera in una maniera tutta italiana e il panettone è uno dei simboli della città ambrosiana”, ha detto Armando Troncaca, direttore di Svizzera Turismo.

Achille Colombo Clerici commenta: “La vicenda di AlpTransit e della galleria di base del Gottardo, che vede gli svizzeri e gli italiani coinvolti, da piu’ di vent’anni, in un impegno per il comune progresso, ha rappresentato un grande fattore, non solo di coesione, ma anche di nuova amicizia, tra i due popoli e come tale sara’ iscritto nel libro della nostra storia.”

La serata, coordinata da Walter Finkbohner, si è conclusa con notizie e informazioni in merito alle nuove possibilità turistiche e riguardanti i viaggi
e l’esibizione dei famosi Alphorn di Hanspeter Danuser, Not Carl e Urs Holdener e della cantante degli Jodler Svizzeri, Karin Niederberger
.

Foto:

– Achille Colombo Clerici con Felix Baumann
– Remigio Ratti con Colombo Clerici
– Ulrico Hoepli con Colombo Clerici
– Walter Finkbohner con Colombo Clerici

 

Redazione Newsfood.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: