Al Vinitaly, Beccalossi premia Vittorio Ruffinazzi

Verona – «Quando otto anni fa ho iniziato a fare l’assessore regionale all’Agricoltura, non possedevo una grandissima cultura vitivinicola, se oggi le mie conoscenze sono
nettamente aumentate il merito è anche e soprattutto di Vittorio Ruffinazzi».

Con queste parole, al Vinitaly, la vicepresidente e assessore all’Agricoltura della Regione Lombardia, Viviana Beccalossi, ha consegnato a Vittorio Ruffinazzi, una medaglia, che riproduce una
rosa camuna tridimensionale di Arnaldo Pomodoro, come riconoscimento speciale della Regione per i dieci anni di presidenza di Ascovilo, l’Associazione dei Consorzi Vitivinicoli della Lombardia.

«Ruffinazzi – ha aggiunto la vicepresidente Beccalossi – ha deciso, nonostante le mie pressioni e la mia insistenza, di passare la mano. Il suo contributo nel settore vitivinicolo
è stato prezioso e sarà sempre preso a modello da tutti coloro che sono impegnati a far vino di qualità». A Ruffinazzi è stato rivolto un ringraziamento
ufficiale anche dal neopresidente di Ascovilo, Livio Cagnoni e dal presidente dell’associazione Sommelier della Lombardia, Luca Bandirali, che lo ha premiato con un piatto d’argento.

Leggi Anche
Scrivi un commento