Ai box di partenza la 26° edizione di Auto e Moto d’Epoca

Ai box di partenza la 26° edizione di Auto e Moto d’Epoca

Numeri da pole position: 11 padiglioni, 1.200 espositori, 90.000mq espositivi, ed oltre 2.400 veicoli in esposizione
di cui 1.200 in vendita. Dal passato al presente, tra gli appuntamenti da non perdere: Fiat con la rassegna dedicata alla 500 cabrio, Alfa Romeo con i nuovi gioielli 8C Spider e Miti Quadrifoglio
verde, e per gli sportivi Evora, il bolide della Lotus. Tre le aree espositive: case automobilistiche con relativi club e scuderie, commercianti e restauratori, ricambistica e modellismo,
affiancate dal segmento Collezionismo & Vintage.

Appassionati ed operatori attesi da tutta Europa per la 26° edizione di Auto e Moto d’Epoca. La rassegna di
riferimento per il motorismo d’epoca che scende in pista alla Fiera di Padova dal 23 al 25 ottobre 2009 con grandi numeri: 11 padiglioni, 1.200 espositori, 90.000mq espositivi, ed oltre 2.400
veicoli in esposizione di cui 1.200 in vendita. Una manifestazione che oltre ad essere il principale mercato europeo grazie agli alti livelli di
vendite, è l’occasione per verificare i trend in atto in un settore che gode di ottima salute ed in crescita. I numerosi aspetti culturali e storici sviluppati nel segmento club e negli
eventi collaterali ne fanno una kermesse che ogni anno avvicina sempre più neofiti e curiosi traducendo la tendenza che fa delle auto d’epoca un fenomeno di costume che pervade
trasversalmente la società contemporanea e i media, aggiungendo valore al comparto dell’auto moderna.

“Il veicolo d’epoca con il suo carico di storia, tradizione e vissuto arricchisce indubbiamente “l’auto nuova”
sottolinea Mario Carlo Baccaglini presidente della società Intermeeting organizzatore di Auto e Moto d’Epoca. Anche perché come testimoniato dal pubblico presente nella nostra
manifestazione, l’auto storica è caratterizzata dalla “Passione” con la P maiuscola, quella molla che trasforma spesso i visitatori, da semplice pubblico a clienti fedeli. E rende il
settore immune dalla crisi economica. Ormai l’auto storica è considerata a tutti gli effetti un bene rifugio cui il trascorrere del tempo ne aumenta il valore”.

Tra gli appuntamenti da non perdere in questa edizione: Fiat con la rassegna dedicata alla 500 cabrio, un’icona del costume e della società contemporanea. Dalla mitica vettura del 1959,
caratterizzata dal leggendario tettuccio in tela che fece sognare generazioni di giovani e meno giovani alla attuale 500c. Una reinterpretazione dell’originale in chiave moderna con con la capote
elettrica scorrevole sul concept stilistico che mantiene i laterali della vettura, permettendo all’auto di essere un prodotto meno stagionale e di poter esser goduta in qualunque periodo
dell’anno. Una finestra aperta sul cielo che ritorna.

Alfa Romeo, che a Padova porta in anteprima la nuova Mito Quadrifoglio verde. Da sempre sinonimo di tecnologie
raffinate e di motori prestazionali, la casa del Biscione porta al debutto la rivoluzionaria tecnologia MultiAir.Mito
raggiunge l’eccellenza delle prestazioni grazie alla versione del propulsore MultiAir da 170CV, offerto nell’esclusivo allestimento “Quadrifoglio Verde”, riproponendo uno dei simboli storici
più cari agli “Alfisti” di tutto il mondo appassionati della storia gloriosa di un marchio che ha fatto delle corse e delle competizioni un vero e proprio marchio di fabbrica. Presente
anche un altro “nuovo” gioiello che rinvigorisce il mito del Quadrifoglio,
la 8C Spider, l’8 cilindri di 4,7 litri che con la potenza di 450cv garantisce scatti brucianti (0-100 km/h in 4″2 e
292 km/h di velocità massima) e l’emozione di dominare la strada. E per gli sportivi la presenza della Lotus Evora che non mancherà di entusiasmare il pubblico in mostra. Una
perfetta combinazione di linee sensazionali, prestazioni dinamiche e design contemporaneo. Fedele alla tradizione di innovazione costruttiva e vocazione alla leggerezza, la nuova Evora
reinterpreta con accenti esotici e linee moderne il concetto di sportiva 2 2.

Auto e Moto d’Epoca è articolata in tre aree espositive, case automobilistiche con relativi club e scuderie, commercianti e restauratori, ricambistica e modellismo. Dalle ultime edizioni
è presente anche il segmento
Collezionismo & Vintage, area che raccoglie proposte e suggestioni a 360° dal mondo dei motori.

Passione e bellezze d’epoca. La sezione dedicata a club e scuderie mette in mostra uno straordinario patrimonio ed universo popolato da vetture e progettisti, corse e motori, stile ed innovazione
tecnologica che hanno segnato la storia ed il costume del secolo scorso. Protagonisti Alfa Romeo, Lancia, Fiat e Fiat Abarth che con i relativi club mostrano al pubblico i modelli che per storia,
stile e design hanno reso celebre il proprio marchio. Da tradizione, massiccia la presenza dell’ASI, federazione che riunisce oltre 131.000 appassionati di veicoli storici e rappresenta
istituzionalmente il motorismo storico italiano presso tutti gli organismi nazionali ed internazionali competenti. Tra i club in rassegna, il Circolo Patavino Autostoriche, l’Abarth Club,
l’Officina Ferrarese, Topolino Club Italia, Zagato Car Club, Camms, Club Italia Lamborghini. Sul fronte Mercedes i club 190sl, 300sl Club Italia, per soddisfare le esigenze di ogni
appassionato.

Iniziativa speciale del Bianchina Club che in vista del 50° dal lancio delle Bianchina modello Cabriolet e Panoramica, porterà a Padova i primi esemplari prodotti. L’AR Campagnola Club
presenterà la nascita e l’evoluzione della Fiat AR51/Campagnola 1101, dall’origine alle successive evoluzioni con particolare attenzione alle differenti livree, sia civili che militari. E
in tema di americane il Club Route66: Lincoln , Chevrolet, per rievocare la mitica strada che attraversa negli USA sette stati. Come ormai da tradizione alla Fiera di Padova i 3 Registri Storici
ufficialmente riconosciuti dalla casa di Stoccarda si ritroveranno riuniti in un unico grande spazio espositivo. Registro Italiano Porsche 356, il Registro Italiano Porsche 914 ed il Registro
Italiano Porsche 911 e 912 per soddisfare le esigenze degli appassionati.

Tra le curiosità anche il Museo Storico della Polizia di Stato con una selezione di mitiche “volanti” provenienti dal suo Museo delle auto di Roma, e uno stand con Barche da corsa d’epoca.
Il meglio dell’automobilismo da collezione del dopoguerra arricchito da rari gioielli anteguerra da museo. È lo spazio espositivo dedicato ai commercianti di auto nazionali e stranieri che
esibiscono i modelli più richiesti dal mercato e che quest’anno si arricchisce di un ulteriore padiglione. Un’area tra le più frequentate, che grazie anche ai veicoli messi in
vendita direttamente dai privati ed alla sezione riservata a restauratori e preparatori si presenta ricca di opportunità. L’edizione 2008 ha registrato il successo dell’italian style con
nomi del calibro di Nardi, Ruote Milano e Carrozzeria Gran Turismo, e delle americane che hanno segnato il mito a stelle strisce on the road, dalle Mustang a Lincoln, dalle Oldsmobile alle
Corvette.

Interesse anche per l’Instant Classic, vetture con prezzi da far tremare i polsi: dal milione in su e rigorosamente prodotte a tiratura limitata. Dopo il successo degli ultimi anni importante
l’area dedicata alle preparazioni specifiche per competizioni sportive e gare di regolarità. A Padova inoltre quest’anno la possibilità di ricevere informazioni e ed iscriversi alle
più importanti manifestazioni del settore quali la Winter Marathon, gara di regolarità classica per auto storiche a calendario Csai che si svolgerà a gennaio 2010 con
partenza e arrivo a Madonna di Campiglio. Uno scrigno dove trovare il pezzo per dare nuova vita o rendere unico il proprio veicolo. È l’area dei ricambi dedicati alle auto e moto d’epoca e
modellistica d’autore, che detiene lo status di principale mostra mercato europea.

L’occasione per un pubblico esigente e curioso di spaziare in un’offerta esaustiva alla ricerca del pezzo raro per completare la propria collezione e rendere unica la propria vettura. In questa
sezione, caratterizzata da un pubblico vivo e frenetico, di scena accessori di auto e moto, aziende di cerchi e gomme, preparazioni motoristiche, documentazioni e libretti d’uso. A rendere
impedibile l’appuntamento un dato su tutti. Circa il 30% dei ricambisti porta a Padova ricambi originali, prodotti dalle case costruttrici, da sempre i più desiderati dai restauratori e
appassionati alla stregua di veri e propri cimeli. I rimanenti invece hanno ottenuto l’autorizzazione dalle stesse case alla riproduzione integrale di molte parti, specializzandosi su singoli
marchi o modelli specifici,
garantendo la continuità delle forniture.

Numerosi gli specialisti dei grandi marchi nazionali ed internazionali (Ferrari, Lancia, Alfa Romeo ,etc) sia per le auto che per le due ruote (Vespa, Guzzi, Gilera, Benelli, etc..), con
l’opportunità di restaurare e riportare in strada veicoli d’antan. Tra le novità di questa edizione un espositore proveniente dall’Olanda specializzato in ricambi fino agli anni’50,
uno stand riservato alle bici d’epoca con rarità di Legnano e Bianchi, e restauratori di volanti in legno. Nutrito il segmento dedicato alle documentazioni relative ai mezzi storici, con
libretti d’uso e manutenzione e manuali di assistenza, con del raro materiale relativo a vetture anni ’20 e ’30 e memorabilia proveniente dalle edizioni storiche della Targa Florio. Ampia l’area
dedicata al modellismo e collezionismo d’autore. Un hobby trasversale per tutte le tasche ed età. A Padova una esposizione completa di modellini statici e dinamici, in tutte e le fogge e
materiali, declinati nelle varie tipologie: navale, aereo, automobilistico, ferroviario e statico. Dai giocattoli in latta dei primi anni cinquanta ai modelli in plastica, legno, dimensioni
reali: auto, moto, trenini, soldatini, aerei, radiocomandati. Ritornano alcuni espositori con oggetti tra i più amati dal pubblico: le leggendarie macchinine a pedali.

E per i più esigenti la possibilità di farsi realizzare un modellino su misura, dall’auto vittoriosa nell’ultimo gran premio o rally, alla vettura che più suscita emozioni.
Auto, moto, ricambi e non solo. Collezionismo & Vintage è la sezione riservata al collezionismo d’autore ed alla oggettistica raffinata. A quell’universo parallelo che ruota intorno al
mondo delle vetture storiche e che aiuta ad evocare e completarne le passioni. Attenzione puntata come l’anno scorso sul vintage di qualità con i nomi più significatici del fashion
system. Per il pubblico l’opportunità di visionare le proposte selezionate in vari settori dall’abbigliamento all’orologeria, dagli accessori all’enogastronomia e vini d’annata, con
proposte personalizzate e su misura. Di scena Zanardi con le sue affettatrici d’epoca, gli orologi di Piccinini e Baroncini, Jacassi ed Angelo, nomi celebri per le più ampie selezioni di
vintage in Europa. Ritornano alcuni tra gli oggetti più “desiderati” nell’ultima edizione, le collezioni di bauli d’antan di Louis Vuitton, e per i più originali le proposte di Art
in Motion che arreda salotti forgiando oggetti con parti di aerei degli anni’40. Direttamente dall’Inghilterra del XX sec., l’assortimento di Caprice Italia, che ricrea in Fiera un pub originale
british style.

Ed a completare la rassegna un ricco programma di eventi collaterali, per vivere a 360° il mondo dell’auto d’epoca. Ritorna per la quinta volta ad Auto e Moto d’Epoca con lotti favolosi,
Coys. La maison inglese, celebre per essere la casa d’aste con la più lunga tradizione in Europa come specialisti nella vendita all’incanto di vetture d’epoca presenterà una
collezione di modelli da sogno. E tra auto e memorabilia si scateneranno gli investitori pronti ad aggiudicarsi cimeli unici oltre che per la bellezza intrinseca, anche per il fascino derivante
dall’essere appartenuti a star dello spettacolo, del mondo della politica ed addirittura a personalità che hanno segnato la storia del XX secolo. Nelle ultime edizioni Padova è
stato il palcoscenico di autentiche aste passate alla storia.

Basti pensare alla Mercedes posseduta da Padre Pio, o alla Ford Thunderbird protagonista del road movie “Thelma & Louise”, la Lancia Lambda Torpedo appartenuta alla famiglia Lancia, e la
famosa Fiat 2800 State Phaeton che fu un regalo di Mussolini al Generale Franco. Tra i gioielli di questa edizione: una Lamborghini Miura SV del 1972, una FIAT 508 appartenuta a Giuseppe Gilera
fondatore della omonima azienda motoristica, e una Mercedes 300d Adenauer Cabriolet. Dedicato ai ferraristi una 308GTB Berlinetta GPE IV preparata dal pilota Carlo Facetti che vinse il campionato
GT italiano nel 1978 con questa auto. Per facilitare l’accesso del pubblico, a disposizione il nuovo parcheggio Fiera Ovest, oltre 900 posti auto proprio di fianco al quartiere fieristico
(accessibile dalla nuova rotonda di Via Goldoni). La rassegna ha come media partner Autoscout24 e Libreria dell’Automobile, ed il patrocinio di Auto d’epoca – il mensile italiano di auto d’epoca.

Leggi Anche
Scrivi un commento