Agricoltura: Politi scrive a Zaia: “La partita delle quote latte è tutt’altro che chiusa”

Agricoltura: Politi scrive a Zaia: “La partita delle quote latte è tutt’altro che chiusa”

“La partita delle quote latte è tutt’altro che chiusa, restano ancora molti problemi aperti che creano difficoltà e incertezza tra gli allevatori. Serve quindi un pronto intervento
che riporti nel settore chiarezza e permetta di sviluppare tutte quelle azioni già decise per contrastare una crisi molto complessa”. E’ quanto sostiene il presidente della
Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, in una lettera inviata al ministro delle Politiche agricole Luca Zaia, in cui chiede anche “quale speranza ha di essere avviato il Fondo
di 45 milioni di euro destinato ai produttori che hanno investito nell’acquisto di quote per mettersi in regola”.  

Nonostante le promesse degli scorsi mesi, scrive Politi “mancano alcuni provvedimenti in attuazione della legge 33/2009, a cominciare dalla conclusione dell’iter delle istanze di rateizzazione,
con la comunicazione dell’accoglimento delle richieste e il versamento della prima rata; andrebbero poi chiuse le posizioni relative alle somme imputate e non rateizzate, mentre non sono state
adottate le misure relative alla revoca delle quote latte assegnate, elemento che potrà influire su produzioni e relative compensazioni”.  
 
“Entro il prossimo 30 giugno – scrive ancora Politi – dovranno poi essere liquidati gli importi relativi al Fondo previsto dal regolamento comunitario per il sostegno del mercato nel settore
latte di 23 milioni di euro, in attesa che l’Agea appronti un provvedimento applicativo per stabilire le modalità per l’attuazione e la liquidazione ai produttori”.  

E in questo quadro, il presidente della Cia si domanda se i 500 produttori di latte che non hanno aderito ad alcuna rateizzazione, avranno la revoca della quota assegnata o, al contrario,
potranno usufruire indebitamente del premio comunitario.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento