Addio alla carne? Apre in India il primo McDonald’s vegetariano

Addio alla carne? Apre in India il primo McDonald’s vegetariano

McDonald’s ed hamburger. Per molti, un legame imprescindibile: il ristorante viene identificato con la classica fettina di carne made in USA.

Eppure, la catena di fast food lascia da parte il suo piatto tipico, aprendo il suo primo ristorante vegetariano. Location prescelta, l’India, ad Amritsar, nel Punjab, vicino al Tempio d’Oro.

Molti hanno interpretato la virata verso una dieta vegetariana come l’ennesima apertura della multinazionale verso l’alimentazione sana, nella scia di insalate e bevande con meno zuccheri.

Non è così: il McDonald’s è vegetariano solo per esigenze di mercato.

La M gialla sbarca in India nel 1996, dimostrandosi subito attenta alle particolarità alimentari dei clienti locali, con panini al pesce ed altri menu su misura. Non era bastato, come
ammette il portavoce di McDonald’s per l’India del nord, Rajesh Kumar Maini, intervistato dal
Financial Times
.

Infatti, a fronte di 50 milioni di clienti in 100 paesi, Mc in India si limita a 271 filiali per 500.000 appassionati.

Allora, ecco il nuovo piano d’azione. Obiettivo, raddoppiare il numero dei locali entro il 2015. Metodo, come detto, un menu vegetariano: niente mucche per non offendere gli hindu, niente
maiale in rispetto dei musulmani.

Ed il ristorante di Amristar è solo il primo dei due apripista. Il secondo è già in programma, pronto per essere costruito a Katra. La città, posta sulle montagne
con lo stesso nome, ospita il tempio hindu di Vaishno Devi, con i riti per la dea Shakti che ogni anno attirano migliaia di pellegrini. Futuri amanti del fast food indiano?

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento