Acquavite Italia: passione per il distillato

Acquavite Italia: passione per il distillato

Inimitabile, appassionante, sempre più importante, è così che si presenta la 3a edizione di “Acquavite Italia” Mostra Mercato Nazionale del Distillato, che si
svolgerà a Perugia dal 29 al 31 gennaio 2010.

L’evento, è senza dubbio il più rilevante a livello Nazionale, che da quest’anno si propone anche con prodotti Internazionali.

E’ un appuntamento esclusivo, che propone nella mattinata di venerdì 29 gennaio p.v., giornata di apertura della manifestazione, la novità del work shop, rivolto a tutti quelli
operano nel campo dell’HO.RE.CA. (Hotel, Ristoranti e Catering), agenti di commercio, sommelier, giornalisti di eno-gastronomia, che si incontreranno con i distillatori ed i rappresentanti
delle Aziende e Società iscritte alla manifestazione.

Acquavite Italia è diventato il punto di riferimento per chi il distillato lo crea e ne è l’autore e gli operatori commerciali che sono il collegamento con il cliente appassionato
di acquaviti.

Il work shop sarà l’occasione per stipulare contratti e accordi commerciali, proponendo le ultime novità nel campo dei distillati, senza perdere mai di vista l’obiettivo di fare
cultura sul bere con moderazione e di qualità.

Infatti, molte le degustazioni guidate in programma, dove sarà possibile assaggiare, sotto la guida di esperti, delle vere rarità, alla scoperta delle loro caratteristiche
organolettiche, ma anche della storia e tradizioni che raccontano gli “spiriti in bottiglia”, sorseggiando piccole dosi di distillato.

“Siamo certi di ripetere il successo di pubblico registrato nel 2009, con circa 10.000 presenze” afferma Alessandra Casagrande Secretarial Manager dell’Organizzazione. “Sono previsti oltre 35
stands all’interno della Rocca Paolina e per una manifestazione di settore come la nostra è un successo annunciato”.

A questo punto ci chiediamo se si può ancora migliorare, visto la giovane età ed il successo già raggiunto dalla manifestazione.

“Siamo certi che è possibile crescere ed è questo il nostro obiettivo” continua l’ideatrice del logo dell’evento. “Noi stiamo raccogliendo il duro lavoro ed i rischi connessi alle
prime due edizioni della manifestazione. Abbiamo cercato di scegliere tutto per il meglio: dalla data di svolgimento, alla location, alla scelta “rischiosa” di far partecipare solo aziende con
le acquaviti, al divieto di non fare bere i minorenni. Quest’ultima scelta l’abbiamo fatta per primi a livello Nazionale, lanciando un messaggio importante, per fortuna raccolto a piene mani
sia dalle più importanti Aziende commerciali, sia dalle Autorità”

La sicurezza con cui parla Alessandra Casagrande ci fa capire come i numeri della seconda edizione verranno inesorabilmente superati.

Leggi Anche
Scrivi un commento