A Loiano latte biologico di montagna appena munto

Bologna, 13 Dicembre 2007 – Latte appena munto: biologico, sano, fresco, profumato, nutriente ed economico, questa la novità che si può da oggi trovare a Loiano, nel
parcheggio di fronte alla Coop, in via Marconi, l’azienda agricola Nanetti Luigi e Bondi Luisa ha infatti deciso, con il sostegno di Coldiretti Loiano, di investire sulla qualità del
latte prodotto dalle proprie mucche allevate tra le montagne bolognesi con metodo biologico. Così, per farlo conoscere ai consumatori, ha installato in un luogo di passaggio di Loiano un
distributore automatico di latte fresco bovino crudo.

Inaugurato alla presenza dell’Assessore Provinciale all’Agricoltura Gabriella Montera, di rappresentanti di Coldiretti, del Sindaco di Loiano Giovanni Maestrami, del Vicesindaco Paolo
Gamberini, del Parroco don Enrico Peri, del Presidente del Gal BolognAppennino Remo Rocca e del Presidente della Comunità Montana delle 5 Valli bolognesi Andrea Marchi, il distributore
è il primo installato in tutta la vasta area montana coperta dai comuni di Loiano, Pianoro, Monghidoro, Monzuno e S.Benedetto Val di Sambro.
Come funziona? Tutte le mattine il latte biologico di montagna, appena munto dalle mucche dell’azienda agricola viene messo in un contenitore termico, così da mantenere l’adeguata
temperatura richiesta dalle certificazioni sanitarie, e – senza subire alcun trattamento – è immediatamente trasportato nel distributore situato presso il punto vendita.
I consumatori che vogliano assaggiare un latte che abbia ancora tutto il suo sapore, quello “di una volta”, o che semplicemente vogliano risparmiare, possono recarsi al distributore, aperto 24
ore su 24, portandosi da casa una bottiglia da un litro pulita e asciutta (o comprandola sul posto da un apposito distributore, anch’esso automatico).
Inserendo una moneta da 1 euro, la macchina eroga 1 litro di latte: fresco, perché munto in giornata, e sano, perché biologico e dotato di tutte le certificazioni sanitarie.

L’ideale a questo punto sarebbe consumarlo entro 24 ore, per gustarne meglio tutte le caratteristiche di freschezza, ma si può conservare in frigorifero fino a 3-4 giorni: in tal caso,
però, è meglio bollirlo, possibilmente a bassa temperatura (70°) per non perdere alcune preziose sostante nutritive.
“Oltre a permettere di assaggiare il sapore del latte più genuino” dichiara Giorgio Scaramucci, responsabile economico di Coldiretti “il distributore automatico di latte è
economicamente conveniente per tutti: l’allevatore guadagna 1 euro al litro, contro i normali 40 centesimi che gli sono assegnati dall’industria, e il consumatore lo paga 1 solo euro, quindi
circa il 30% in meno del prezzo medio (1,50 euro) a cui lo trova oggi al supermercato! Una bella iniziativa, che unisce veramente la qualità e la convenienza, e aiuta a diffondere un
prodotto tipico del nostro territorio e soprattutto delle nostre montagne, che sta purtroppo affrontando un momento molto difficile e rischia di scomparire dalla provincia di Bologna. Basti
pensare che negli ultimi 20 anni le stalle bolognesi sono passate da 1.300 a 300 circa.”

Leggi Anche
Scrivi un commento