A Livorno la mostra sui cambiamenti climatici

Arriva al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo la mostra itinerante “Cambiamenti climatici e sostenibilità: il problema e le soluzioni in Toscana”, realizzata dalla Regione Toscana
con la collaborazione dell’Istituto di Biometeorologia del Cnr di Firenze e della Fondazione per il clima e la sostenibilità.

La mostra sarà allestita con la collaborazione della Provincia, nella Sala del Mare del Museo, proprio nella settimana mondiale dell’Unesco dedicata ai Cambiamenti climatici.
Lunedì 5 novembre, alle 12 si svolgerà l’inaugurazione ufficiale, alla presenza dell’assessore regionale alla difesa del suolo e al servizio idrico, Marco Betti, della vice
presidente della Provincia, Monica Giuntini, dell’assessore provinciale alla difesa del suolo e delle coste, Anna Maria Marrocco. Interverranno, inoltre, il prof. Giampiero Maracchi, direttore
dell’Istituto di Biometeorologia del Cnr, Sonia Cantoni, direttore dell’Arpat, Sergio Ventrella, della Direzione generale politiche territoriali e ambientali della Regione Toscana e Angiolo
Naldi, presidente dell’Agenzia Energetica Provinciale.

La mostra, che resterà aperta fino all’ 11 novembre, offre un’ampia panoramica su tutti i problemi che, in vario modo, sono connessi ai cambiamenti climatici: le emissioni in atmosfera,
i combustibili, il protocollo di Kyoto, gli eventi meteorologici estremi, i disordini nel ciclo dell’acqua, la desertificazione, le produzioni sostenibili, l’energia.
L’iniziativa è rivolta in particolare modo agli alunni delle scuole medie e agli studenti delle scuole superiori per aiutarli a capire in cosa consiste il cambiamento climatico, come
agisce, come sta trasformando il nostro territorio e le nostre abitudini di consumo.
Fra le iniziative collaterali alla mostra, il 6 novembre, alle 17, all’auditorium del Museo sarà proiettato il documentario di Al Gore, premio Nobel per la pace 2007, “Una scomoda
verità”.

Agli studenti, inoltre, sono riservate anche alcune iniziative di gioco. A cura di Ibimet, vi sarà il concorso “DimagrisCO2. Metti a dieta i tuoi consumi e riduci le emissioni di
anidride carbonica”. Il concorso prende il via con la domanda-chiave “E se ti dicessi che pesi 8.000 chili?” , per poi illustrare, con un gioco didattico, il calcolo delle emissioni di anidride
carbonica legate al proprio stile di vita. I ragazzi sono invitati a “mettersi a dieta” ed avranno un mese di tempo per mettere in pratica i consigli ed analizzare i “risparmi” di CO” ottenuti.
Il concorso mette in palio alcune gite organizzate nei parchi della Toscana.

Infine un’ iniziativa promossa dall’Arpat che si svolgerà nei giorni 7 e 8 novembre. Si tratta di un gioco di simulazione dal titolo “Con il clima non si gioca? vallo a dire ai
dinosauri”, nel corso del quale le classi partecipanti potranno simulare imprevisti climatici che richiederanno scelte individuali con effetti sulla collettività.
” E’ una settimana ricca di iniziative – dice l’assessore Marrocco – che testimonia l’attenzione della Provincia verso i temi emersi dalla Conferenza nazionale sui cambiamenti climatici. Spero
che la partecipazione delle scuole e dei cittadini possa estendere la consapevolezza di nuovi comportamenti in un quadro ambientale così delicato che richiede impegno ed attenzione da
parte di tutti”.

Silvia Motroni

Leggi Anche
Scrivi un commento