75 milioni per la competitività delle imprese lombarde

Milano – Settantacinque milioni di investimenti su sette Assi strategici di intervento (uno in più rispetto al 2007, dedicato alle Infrastrutture) per confermare e rilanciare il
ruolo di primo piano della Lombardia in campo economico, commerciale, artigianale e turistico con particolare attenzione all’innovazione, allo sviluppo della dimensione internazionale delle
imprese e all’attrattività del territorio.

Sono queste le linee essenziali del «Programma d’azione 2008» varato oggi dal Collegio di indirizzo e vigilanza dell’Accordo di Programma «per lo sviluppo economico e la
competitività del sistema lombardo», sottoscritto nel 2006 da Regione Lombardia con Unioncamere e con le 11 Camere di Commercio della Lombardia.
Ha aderito all’Accordo anche la Camera di Commercio di Monza, nata lo scorso anno.

L’Accordo, giunto alla sua terza e ultima annualità di applicazione, «mette il turbo», ha detto il presidente della Regione, Roberto Formigoni, «al sistema lombardo,
all’indomani della vittoria per Expo 2015». «E’ evidente che la macchina che abbiamo costruito – ha spiegato Formigoni – rappresenta uno strumento ideale per affrontare anche questo
impegno, questa grande sfida che nei prossimi anni può fungere da catalizzatore del rilancio di tutto il Paese».

Ai lavori di oggi erano presenti per la Regione il presidente Roberto Formigoni e gli assessori Romano Colozzi (Bilancio), Marco Pagnoncelli (Ambiente) e Domenico Zambetti (Artigianato) e per
il Sistema Camerale, i vertici delle Camere di Commercio e di Unioncamere Lombardia.

«E’ di particolare importanza – ha sottolineato Zambetti nel suo intervento – l’introduzione dell’asse dedicato alle Infrastrutture, così come quello dedicato
all’attrattività del mercato lombardo, per la loro naturale connessione con le prospettive di Expo 2015».

L’Accordo per la competitività stanzia somme ingenti (oltre 200 milioni di euro) da parte di Regione Lombardia, Sistema camerale e altri soggetti, per finanziare nel triennio 2006-2008
un ampio pacchetto di iniziative articolate in diversi «Assi strategici«:
dai cinque del 2006 («Innovazione», «Internazionalizzazione», «Promozione del territorio e ambiente», «Modernizzazione ed efficienza dell’azione
amministrativa», «Artigianato e microimprese«), si è passati a sei Assi nel 2007 (con l’aggiunta della «Promozione dell’attrattività del mercato
lombardo«) e a sette nel 2008 (con l’aggiunta del «Sistema infrastrutturale«).

Oltre ad aver validato il «Programma d’azione 2008», il Collegio ha esaminato e approvato il resoconto delle attività svolte nel 2007 (74,6 milioni di investimenti che si
sono aggiunti ai 62,8 milioni del 2006).

LE INIZIATIVE CONCORDATE SUI 7 ASSI DI INTERVENTO PER IL 2008

Le risorse finanziarie complessive sono di 75 milioni di euro:
67,7 milioni già distribuiti ai vari Assi; altri 7,3 milioni saranno attribuiti nel corso dell’anno con particolare attenzione al nuovo Asse «Sistema infrastrutturale».

INNOVAZIONE – Stanziamento previsto: 25 milioni di euro (11 Regione Lombardia, 10 Sistema camerale, 4 altri soggetti).
Le principali azioni riguardano il finanziamento di bandi per sostenere la creazione di nuove imprese e l’innovazione dei processi, la partecipazione alla creazione di un istituto
internazionale (Institute for Advanced Studies on «Science for Global Policy«), nuove iniziative a supporto della brevettazione, l’accompagnamento alle imprese a partecipare al VII
Programma Quadro europeo sulla ricerca e la partecipazione ad alcuni eventi (Bio europe 2009, Bio Contact 2008, Creativity World Forum).

INTERNAZIONALIZZAZIONE – Stanziamento previsto: 16,4 milioni di euro (9,5 Regione Lombardia, 5,9 Sistema camerale, 1 altri soggetti).
Le principali azioni riguardano il sostegno a bandi per l’internazionalizzazione (voucher per fiere e missioni all’estero, in continuità con quanto già fatto negli anni scorsi),
il rafforzamento dell’azione dei Lombardia Point territoriali, lo sviluppo di programmi promozionali verso diverse realtà: Europa centro orientale, Balcani, federazione Russa, Nuovi
stati indipendenti, Svizzera, Paesi della sponda sud del mediterraneo (Israele in particolare), Kazakhstan, Giappone, Cina, India, Singapore, Filippine, Corea del Sud, Vietnam, Paesi del Golfo
Persico (Emirati Arabi Uniti e Qatar), USA, Canada, Messico, El Salvador, Costa Rica, Nicaragua, Cile, Brasile, Argentina, Uruguay e Venezuela.

PROMOZIONE DEL TERRITORIO E AMBIENTE – Stanziamento previsto: 8 milioni di euro (4 Regione Lombardia, 4 Sistema camerale).
Tra le altre misure, un bando per la realizzazione di impianti per la produzione di energia da fonti alternative e rinnovabili e per iniziative di risparmio energetico, il Progetto Scuola Emas
e Ecolabel (comunicazione e promozione delle certificazioni ambientali delle imprese), il Progetto Kyoto Desk (sensibilizzazione, informazione e formazione rivolte agli enti e alle imprese),
sviluppo degli accordi CDM (Clean Development Mechanism), previsti dal Protocollo di Kyoto.

MODERNIZZAZIONE ED EFFICIENZA DELL’AZIONE AMMINISTRATIVA – Stanziamento previsto: 2 milioni di euro (1 Regione Lombardia, 1 Sistema camerale).
I principali interventi riguardano la messa a regime dei processi di telematizzazione dei bandi, la diffusione in tutte le Pubbliche amministrazioni lombarde di firma digitale, posta
elettronica certificata e accesso a Telemaco, la realizzazione di un «portale unico» per le imprese lombarde.

ARTIGIANATO E MICROIMPRESE – Stanziamento previsto: 8,4 milioni di euro (4,2 Regione Lombardia, 4,2 Sistema camerale).
Le misure più importanti, in continuità con le iniziative del 2007, sono i progetti «Artigiana» (evento regionale diffuso su tutto il territorio), il «Progetto
comunicazione», il «Progetto Benchart» cui si affiancano il «Bando aggregazione per l’internazionalizzazione» e il «Bando fiere» per la partecipazione
ai vari eventi.

PROMOZIONE DELL’ATTRATTIVITÀ DEL MERCATO LOMBARDO – Stanziamento previsto: 6,2 milioni di euro (2,6 Regione Lombardia, 2,6 Sistema camerale, 1 altri soggetti).
Le principali azioni, oltre allo sviluppo dei progetti avviati nel 2007 (private equity in particolare), riguardano la realizzazione di iniziative sperimentali per l’attrazione di investimenti
in segmenti specifici (golf, benessere e cicloturismo), lo sviluppo dell’attrattività turistica con programmi di promozione nel mercato europeo (Germania, Austria, Francia, Gran
Bretagna, Paesi Scandinavi, Russia ed Europa Orientale) e in quello del Nord America (USA e Canada), sviluppo di progetti di riposizionamento competitivo legati ad aree particolari (rilancio
della Valle Brembana con S. Pellegrino Terme, Malpensa e Valtellina).

SISTEMA INFRASTRUTTURALE – Stanziamento previsto: 1,7 milioni di euro (0,85 Regione Lombardia, 0,85 Sistema camerale).
L’inserimento di questo nuovo capitolo ha lo scopo di sviluppare iniziative di informazione e formazione del consenso sugli interventi infrastrutturali, azioni di potenziamento
dell’intermodalità (terminal intermodali, sviluppo della logistica) e del trasporto sull’acqua.

Leggi Anche
Scrivi un commento