1979-2009 Raffaele Poidomani Moncada – Io, Pellegrino di sogni

1979-2009 Raffaele Poidomani Moncada – Io, Pellegrino di sogni

Ieri sera è stata inaugurata al Palazzo Grimaldi di Modica, la mostra fotografica di Raffaele Poidomani Moncada «Scatti di Scrittore», un percorso di immagini in un ambiente
suggestivo nel cuore della città dove gli scatti storici e le emozioni possono incontrarsi e convivere in un’atmosfera ideale.

La serata ha visto una massiccia presenza di pubblico che hanno intrapreso il percorso fotografico, reso unico ed emozionante dal ricordo del celebre scrittore reso dall’amico Franco Ruta,
consulente storico della mostra, e dall’esperto in materia fotografica, Santo Eduardo Di Miceli.

«Il particolare legame tra me e l’autore mi ha donato la possibilità ed il pregio di assistere dal vivo al farsi di queste fotografie su Modica – dichiara Franco Ruta che ha
condiviso questi momenti con Poidomani – Questo mi dà la gioia di rivederle, mi commuove e mi emoziona. Grazie Raffaele per la seconda volta».

La preziosa collaborazione tra i detentori dell’archivio di Raffaele Poidomani e gli esperti coinvolti nell’iniziativa hanno donato a Modica un inedito ed affascinante ritratto della storia
locale.

Per una volta un archivio fotografico non è stato conservato in modo egoistico ma è stato donato alla comunità che, per questo, dovrebbe essere grata di aver ricevuto un dono
così prezioso e di alto livello culturale ed artistico.

«La mostra – come ha ampiamente sottolineato nel suo intervento Santo Eduardo Di Miceli (cultore della materia – fotografia – all’Università degli Studi di Palermo) – pur non essendo
da un punto di vista prettamente scientifico una mostra storica, vuole presentare l’autore confrontandolo con l’esperienza dei maestri della fotografia del ‘900 che lo hanno influenzato
consapevolmente od inconsciamente. Un altro percorso possibile è quello legato alla letteratura siciliana di quel periodo che ha usato la fotografia come strumento per raccontare. Questo
per affermare che Modica non è fuori dal mondo oggi, così come non lo era ai tempi del Poidomani. L’artista, quello vero, è sempre al centro del mondo, dovunque esso si
trovi: questo ci racconta l’epopea di Raffaele Poidomani, attraverso il secolo breve».

La mostra fotografica, inaugurata ieri ed aperta al pubblico fino a domenica 19 aprile, tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00, è il primo dei tanti appuntamenti che
si terranno nell’ambito del ciclo di eventi «1979-2009 Raffaele Poidomani Moncada. Io pellegrino di sogni», tutti organizzati dall’Associazione Touché di Modica, il cui
programma è disponibile sul sito www.raffaelepoidomani.it.

Leggi Anche
Scrivi un commento