Vercelli: Scuola, Presentato alla Provincia ed alla Regione un progetto di riorganizzazione scolastica contro la riforma Gelmini

Vercelli: “Le Scuole nei piccoli centri sono e restano fondamentali per tenere in vita realtà territoriali prettamente votate all’agricoltura sia sotto
l’aspetto storico, identitario e culturale. Ed è per questo che, animati da un forte spirito di buon governo delle proprie comunità, abbiamo deciso di sottoporre
alla Provincia di Vercelli ed alla Regione Piemonte un Progetto di Riorganizzazione Scolastico che di fatto consentirà di salvaguardare le singole realtà dei nostri
territori”.

Queste le parole del sindaco di Ronsecco Davide Gilardino che, in relazione alle problematiche gestionali dei piccoli plessi scolastici in funzione dell’entrata in vigore del
decreto Gelmini, ha presentato nella sua veste di Consigliere Provinciale di questo territorio alla Provincia di Vercelli un progetto di riorganizzazione denominato “Ron-Tri-Co”, di
fatto la sigla dei comuni di Ronsecco, Tricerro e Costanzana.

Il progetto prevede l’accorpamento in un unico plesso (a Costanzana) per i neonati da 6 ai 36 mesi, un unico plesso (a Tricerro) per i bambini dalle scuola materna e un unico
plesso (a Ronsecco) per i bambini delle scuole elementari.

“Questa razionalizzazione del servizio/sistema scolastico – commenta Gilardino – garantirà il raggiungimento degli standard minimi previsti, continuando ad essere così un
punto di riferimento indispensabile per le giovani coppie residenti nei nostri paesi, erogando quindi dei servizi essenziali per la crescita e lo sviluppo delle nostre comunità e
più in generale per il nostro territorio”.

Va altresì ricordato che gli edifici scolastici di Costanzana, Tricerro e Ronsecco sono stati ultimati e completamente ristrutturati per rispettare tutti i parametri previsti
dalle recenti normative sia in campo di sicurezza, abbattimento delle barriere architettoniche che di risparmio e contenimento energetico.

Gilardino, assieme ai colleghi Ezio Borgogna e Gianluigi Guasco, evidenzia alla Provincia le difficoltà economiche e di trasporto legate al rispetto delle nuove normative in
ambito della riorganizzazione scolastica e su questo tema a breve si aprirà un tavolo tecnico per valutare le soluzioni possibili e le eventuali compartecipazioni economiche.

“Resta naturalmente inteso – precisano i Sindaci – che tutti i servizi aggiuntivi che oggi le singole Amministrazioni erogano, (pre-scuola, dopo-scuola, centri estivi, corsi
aggiuntivi, ecc.) al fine di offrire il miglior servizio qualitativo/formativo per i propri bambini, continueranno ad essere totalmente a carico dei comuni”.

I tre sindaci, per illustrare al meglio il progetto, ed eventualmente integrarlo con i consigli e le esigenze delle famiglie, incontreranno in altrettante riunioni i genitori degli
studenti nelle seguenti date: Ronsecco, il 17 novembre, ore 18.30, presso le Scuole Elementari. Tricerro il 18 novembre, ore 18.30, presso la Sala Consiliare. Costanzana il 19 novembre,
ore 18.30, presso la Sala Consiliare.

Leggi Anche
Scrivi un commento