USA. Starbuck offre la Trenta Cup, la tazza con più liquido dello stomaco umano

USA. Starbuck offre la Trenta Cup, la tazza con più liquido dello stomaco umano

Se vuoi grandi guadagni, offri al pubblico grandi prodotti. La catena di caffetterie Starbucks sembra aver preso alla lettera il motto, ideando la Trenta Cup: 916 millilitri di caffè,
più di quanti ne possa contenere lo stomaco dell’umano medio.

Come spiega il quotidiano canadese “National Post”, la filosofia ha un impatto relativo: dietro la creatura di Starbuck vi è una strategia ben precisa.

L’America è attraversata da due tendenze opposte. Da un lato, politici medici e nutrizionisti lottano contro il diffondersi dell’obesità, cercando di spingere i cittadini ad uno
stile di vita più sano e verso alimenti meno dannosi.

Dall’altro, un numero rilevante di consumatori chiede dimensioni maggiori, soprattutto per snack e bevande. Ed allora, l’industria alimentare coglier la palla al balzo. Tra i fuoriclasse
dell’Extra-Large, si può citare McDonald’s: i suoi menù contengono e frappè, frullati di frutta, latte macchiato e cappuccino anche in formato XXL. I clienti apprezzano e
comprano.

Perciò, Starbucks non vuole rimanere indietro. Dopo Tall (354 ml), “Grande” (473 ml) e “Venti” (591 millilitri) i suoi progettisti hanno ideato la Trenta Cup. La nuova versione ha
debuttato martedì in 14 Stati USA,  a disposizione per tè, caffè freddo o limonata e presto arriverà anche nel resto degli USA.

Tuttavia, ad una grande tazza seguono grandi polemiche.

Secondo alcuni, è semplicemente esagerata: il suo contenuto, 916 millilitri è maggiore della capienza dello stomaco umano medio, 900. Perciò, ironizzano gli oppositori,
bere tutto “E’ da defibrillatore”. Altri criticano il marchio, per forma e colore. Starburck ha infatti scelto una base verde priva del nome e della parola coffee. Sullo sfondo è
raffigurata la sirena, figura mitologica che attirava gli ingenui promettendo delizie ma offrendo in realtà morte. Sorta di crudele messaggio subliminale?

Da parte sua, Starbucks ha spiegato come l’unisco scopo di Trenta Cup sia “Rispondere semplicemente alla domanda dei suoi clienti che chiedono tazze per le bevande fredde più grandi”.
Inoltre, continua il comunicato, nel nuovo formato le bevande non zuccherate avranno meno di 90 calorie, quelle dolcificate meno di 230.

FONTE: Lisa Baertlein, “When a Venti just won’t do”, National Post, 18/01/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento