Università: 9 mln per alloggi per 2000 studenti in Lombardia

Lombardia – Alloggi e residenze per circa 2000 studenti universitari potranno essere realizzati in Lombardia grazie al co-finanziamento regionale, per 9 milioni di euro, dei progetti
elaborati dagli atenei lombardi, sulla base di precise stime del fabbisogno, lo stanziamento è stato approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore all’Istruzione
Formazione e Lavoro, Gianni Rossoni.

Il senso dell’intervento è il sostegno all’edilizia residenziale universitaria per incrementare i posti-alloggio sul territorio lombardo, e fornire così una risposta più
adeguata alla domanda di mobilità universitaria (spesso fortemente penalizzata dagli elevati costi degli alloggi reperibili sul mercato) e di incidere quindi positivamente
sull’attrattività del sistema universitario lombardo.

«Questo co-finanziamento – commenta Rossoni – dimostra la volontà di Regione Lombardia di rispondere in modo sempre più adeguato alla crescente domanda di mobilità
universitaria, innalzando l’attrattività del mondo accademico lombardo. Tutto ciò è dimostrato dal fatto che le risorse stanziate dalla Regione Lombardia nel 2001 su questo
particolare capitolo ammontavano a 4,5 milioni di euro, mentre con la delibera votata oggi raddoppiamo quel finanziamento portandolo a 9 milioni di euro».

«Il principale criterio adottato per co-finanziare i progetti – spiega l’assessore – è stato quello della selettività (ovvero non si è dato un po’ a tutti): i
progetti con una maggior coerenza con la programmazione regionale e con un fabbisogno di posti letto più alto hanno ricevuto di più. In ogni caso Regione Lombardia ha dato un
segnale di vicinanza anche a quei progetti meno significativi, ma pur sempre rispettosi dei criteri del bando, mettendo a disposizione risorse minori«.

Il co-finanziamento regionale è garanzia che i progetti delle università vadano a buon fine, in particolare abbiano le carte in regola per ottenere i finanziamenti ministeriali.
Il finanziamento ministeriale è accordato in ragione del 50% del valore del singolo progetto, a condizione che l’altro 50% sia già interamente coperto, considerando anche
ovviamente il valore dell’immobile messo a disposizione. Il co-finanziamento regionale si affianca alle risorse messe in campo dall’università proprio in misura tale da assicurare il
raggiungimento di questo 50% del valore del progetto, La richiesta complessiva delle università lombarde al Ministero dell’Università è di 100 milioni (su 250 milioni di
disponibilità complessive a livello nazionale).

Ed ecco il dettaglio dei progetti e il relativo finanziamento regionale.

Università degli Studi di Milano Bicocca
– Via Comasina, 42 Mi – 130.000
– Via B. da Novate, 2 Mi – 145.000
– Via Demostene, 10 Mi – 50.000

Politecnico
– Lecco – 1.700.000
– Via Maggianico Mi – 3.400.000

Università Commerciale Bocconi
– Via A. Kramer, 26 Mi – 2.500.000
– Via Balilla, 16/18 Mi – 550.000

Università Vita e Salute San Raffaele,
– Vimodrone e Milano – 300.000

Università Cattolica del Sacro Cuore
– P.zza Buonarroti, 30 Mi – 225.000 (Ln)

Leggi Anche
Scrivi un commento