Una giornata dedicata alla direttiva 2006 sul mercato interno dei servizi in Europa

Roma – La creazione di un vero mercato interno dei servizi entro il 2010, questo l’obiettivo della Direttiva europea 2006 alla quale la Regione Lazio ha dedicato una giornata di
approfondimento con l’obiettivo di analizzare le principali novità introdotte. La Regione quest’anno presiede il Coordinamento di turno delle attività delle regioni italiane
rappresentate a Bruxelles.

“Noi ci riteniamo Regione d’Europa – ha detto l’assessore agli Affari Istituzionali Daniele Fichera – Possiamo affrontare a viso aperto le sfide che ci pone il futuro dell’Europa. La direttiva
offre straordinarie opportunità per le nostre imprese in un mercato dalle dimensioni paragonabili a quello statunitense. Credo di poter dire che per quanto riguarda la Regione Lazio la
volontà di recepimento della direttiva sarà attiva e positiva”.

Quattro le finalità principali della direttiva in vista della realizzazione di un mercato interno dei servizi: facilitare la libertà di prestazione dei servizi nell’UE, rafforzare
i diritti dei destinatari dei servizi, promuovere la qualità dei servizi e stabilire una cooperazione amministrativa effettiva tra gli Stati membri.

Gli stati membri avranno tempo fino al 28 dicembre 2009 per recepire la direttiva. Per semplificare le procedure verranno istituiti degli sportelli unici e tutte le procedure potranno essere
fatte anche per via elettronica.

Leggi Anche
Scrivi un commento