Sorgenia, con un commento su Newsfood.com, invita ADUC a una collaborazione per risolvere i problemi dei cittadini che si sentono “Truffati”

Sorgenia, con un commento su Newsfood.com, invita ADUC a una collaborazione per risolvere i problemi dei cittadini che si sentono “Truffati”

Ringraziamo la Direzione di Sorgenia e pubblichiamo volentieri la comunicazione.

Ecco il commento di Sorgenia:

Risposta di Sorgenia al Comunicato Stampa ADUC

Gentile Presidente Sig. Vincenzo Donvito,

desideriamo fornire la nostra risposta al vostro comunicato stampa datato 8 ottobre 09 dal titolo “Gestore Elettrico Sorgenia truffa sistematicamente gli utenti? Ricorso all’Antitrust ” che
riteniamo fortemente lesivo dell’ immagine della nostra Società.

Sorgenia non ha nessun interesse a “truffare” un proprio cliente già in fornitura, attivandogli senza consenso un contratto per l’utenza domestica: quale sarebbe il senso di tutto
questo?

Abbiamo invece assoluta necessità che l’Associazione ci segnalasse immediatamente il caso in questione (Cliente della provincia di Genova) e gli altri
casi di cui il comunicato fa menzione; informazioni che ci serviranno per agire nei confronti di coloro che hanno leso l’immagine di Sorgenia.

Per quanto attiene alla stima sui consumi, cogliamo questa occasione per ricordare che Sorgenia è uno dei pochi operatori (forse l’unico) che nel settore dell’elettricità e del
gas naturale vive di mercato e quindi di liberalizzazione: opera in quelle attività fortemente esposte alla competizione (produzione e vendita ai clienti finali) ma non in quelle
cosiddette regolate (trasporto e distribuzione). In questo quadro sono i distributori locali che hanno l’obbligo di comunicare a Sorgenia (o ad altri venditori) i dati reali di consumo
dell’energia dei clienti in fornitura; In assenza degli stessi Sorgenia produce stime dei consumi sulla base di: a) quanto indicato sul contratto di fornitura sottoscritto; b) bolletta del
precedente fornitore; c) stime del consumo medio d’area (base clienti Sorgenia).

Qualora il cliente dovesse riscontrare in bolletta dati non allineati al proprio consumo, con una semplice telefonata (gratuita) al nostro servizio clienti o attraverso il servizio web
potrà in qualunque momento comunicare la lettura del proprio contatore.

Tali dati serviranno per effettuare immediatamente il conguaglio.

Non condividiamo quindi ne i contenuti e nemmeno il tono di questo comunicato; anzi Sorgenia è molto attenta alle opinioni dei propri clienti e alla creazione di un dialogo aperto e
costruttivo con tutte le associazioni di categoria.

A testimonianza di questo impegno, da gennaio 2009 clienti domestici, professionisti, commercianti e titolari di piccole attività (con potenza contrattuale fino a 6 kW) possono usufruire
della “conciliazione paritetica”, in base a un protocollo siglato tra Sorgenia e diverse associazioni di consumatori iscritte al Consiglio Nazionale dei Consumatori Utenti.

www.sorgenia.it/SiteCollectionDocuments/Clienti/protocollo_conciliazione.pdf

Aspettiamo quindi con tempestività, all’indirizzo del Direttore Marketing Massimo Milita (m.milita@sorgenia.it), il dettaglio di tutti i casi da voi
indicati per poterli affrontare e risolvere quanto prima. Siamo comunque disponibili ad avviare una reciproca e proficua collaborazione per il futuro anche con ADUC.

Milano 9 ottobre 2009

Riportiamo l’articolo pubblicato su Newsfood.com il 9/10/2009:

Mercato dell’energia elettrica
Sorgenia truffa sistematicamente gli utenti? Ricorso all’Antitrust
Dopo varie segnalazioni da parte di utenti è doverosa un’indagine

Firenze – Settembre 2009, un utente della provincia di Genova riceve una fattura dal gestore Sorgenia(1). La società elettrica del gruppo Cir (2) ha agito senza alcun consenso. Inutili
fax e raccomandate. Non e’ un caso isolato. Analoghe esperienze sono capitate a tanti altri italiani, clienti forzati Sorgenia, vessati anche con altri comportamenti scorretti (3). 

Il caso genovese racchiude in sé due dei caratteristici trucchetti utilizzati dal gestore:

• ad utente professionale (negozio) già cliente Sorgenia, si attiva un contratto anche per l’utenza domestica; 

• consumi stimati e fatturati sempre superiori a quelli effettivi e a quelli storici.

Nel caso in questione, a fronte di consumi medi mensili di 170 chilowattora, il neo -e non richiesto- gestore ne addebita 200 al mese (4). 

Si consideri che, nel caso dell’utente genovese, c’e’ un’aggravante: aveva appena investito circa 20 mila euro per dotare la propria abitazione di impianto fotovoltaicoper auto-produrre energia
e ‘scambiarla’ con Enel………

(per leggere tutto l’articolo):

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento