Sardegna: le Consulte Emigrazione e Immigrazione lavoreranno in sinergia

Cagliari, 28 Settembre 2007 – Le Consulte dell’Emigrazione e dell’Immigrazione lavoreranno in sinergia con l’obiettivo di rafforzare – in una Regione che diventa meta di flussi migratori
sempre più intensi – la cultura dell’accoglienza con l’esperienza dei sardi nel mondo.

Lo ha stabilito, su proposta dell’assessore regionale del Lavoro, Romina Congera, la Consulta regionale dell’Emigrazione riunita questa mattina a Cagliari.

«L’idea della collaborazione fra le due Consulte – ha sottolineato l’assessore Congera – va nella direzione dell’incontro delle diverse culture: emigrazione ed immigrazione sono infatti
le due facce della stessa medaglia, i diversi aspetti di un auspicato multiculturalismo multilinguistico».

Il presidente della Commissione diritti civili del Consiglio regionale, Alessandro Frau, – il quale ha preso parte all’incontro – ha sostenuto la proposta dell’esponente della Giunta, in linea
fra l’altro con la dichiarazione «Sardegna: terra di pace fra i popoli» approvata dall’Assemblea regionale.

La Consulta , presieduta dall’assessore Congera, ha anche deciso di proporre alla Giunta regionale di fissare per la fine di aprile 2008 – in concomitanza con «Sa die de sa
Sardigna» – la Conferenza per l’Emigrazione, la massima assise degli emigrati sardi. Nella seduta di oggi sono stati inoltre approvati il piano triennale 2007-2009 ed il programma annuale
2007, con qualche variazione della ripartizione di fondi. Si è discusso anche delle modalità di attuazione del Censimento dei sardi nel mondo.

Fanno fra l’altro parte della Consulta – secondo quanto stabilito dalla legge 7 del 1991 – i rappresentanti dei sardi nel mondo – uno per ogni Federazione dei Circoli – degli emigrati sardi in
Italia e delle organizzazioni sindacali più rappresentative nell’Isola.

Leggi Anche
Scrivi un commento