Sanità laziale, dalla giunta regionale oltre 5 milioni per abbattimento delle liste di attesa

Roma, 31 Ottobre 2007 – Via libera dalla Regione a progetti per abbattere le liste d’attesa che riguardano soprattutto interventi in ambito cardiologico e oncologico, l’ok definitivo
è arrivato in Giunta, dopo che il documento era stato concertato in un incontro tra l’assessore regionale alla Sanità Battaglia e i sindacati confederali.

Uno stanziamento di circa 5 milioni e 400mila euro così suddivisi: 343mila e 980 euro alla Asl RmA per aumento delle attrezzature; 472mila e 500 euro alla Asl RmB per l’abbattimento
delle liste d’attesa su mammografia, ecografia e riduzione dei tempi per la visita cardiologica, 381mila e 780 euro per la Asl RmC , 370mila e 440 euro alla Asl RmD per incrementare prestazioni
specialistiche di mammografia, 362mila e 880 euro alla Asl RmE per l’istituzione di una centrale di ascolto e progetto ecocolordoppler, 177mila e 660 alla Asl RmF per riduzione ecocolordoppler,
298mila e 520 alla Asl RmG per riduzione attesa Tac e mammografia e 336mila e 420 alla Asl RmH. Per quanto riguarda le province, la Regione stanzierà 207mila e 900 alla Asl di Viterbo,
366mila e 660 alla Asl di Latina, 109mila e 620 alla Asl di Rieti e 351mila e 540 alla Asl di Frosinone.

E ancora al Policlinico Umberto I (252mila euro per ecocolordoppler vascolare), al Policlinico Gemelli (252mila euro per appropriatezza prestazioni radioterapia), all’Ifo (252mila euro per
radiologia, radioterapia e medicina nucleare oncologica).

Inoltre al Sant’Andrea (252mila euro per implementazione dei percorsi organizzativi e clinico-assistenziali), al Policlinico Tor Vergata (252mila euro), all’Irccs Spallanzani (180mila euro per
riduzione e valutazione appropriatezza) e infine all’Ospedale israelitico (180mila euro).

Leggi Anche
Scrivi un commento