Prodotti tipici, un patrimonio economico e culturale da tutelare e valorizzare

I prodotti tipici sono un patrimonio economico e culturale del nostro Paese che va tutelato e valorizzato, occorrono, quindi, politiche ed iniziative mirate, da sviluppare anche attraverso
alleanze di filiera, è quanto evidenziato oggi dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori nell’ambito delle Giornate di studio mediterranee su qualità e sicurezza alimentare
2008-2010.

Quello dei prodotti tipici -è stato rilevato dalla Cia- è un arcipelago molto vasto ed è contraddistinto da due tipi di agricoltura, quella dei grandi marchi (Dop e Igp) e
quella più piccola legata al territorio che ha un notevole aspetto sociale. Per questa ragione è indispensabile una diversificazione nelle politiche da sviluppare. Politiche che
permettano di dare adeguati supporti ad una tipicità che troppe volte non è adeguatamente sostenuta.

In tale contesto è stata ribadita l’importanza di un’alleanza di filiera, come quella tra agricoltori e commercianti siglata di recente tra la stessa Cia e la Confesercenti. Un accordo
che consente di valorizzare la qualità e una tipicità fortemente legata al territorio.
Alleanza che oggi, davanti ad un evidente calo dei consumi, in particolare quelli dei prodotti tipici, determinati da una situazione di declino economico, diventano -ha sostenuto la Cia-
fondamentali ed essenziali per operare nuove e più confortanti prospettive.

Leggi Anche
Scrivi un commento