Primi piatti in gara a San Marino: vincono i Patacoch

Primi piatti in gara a San Marino: vincono i Patacoch

L’indomani della prima edizione di Identità di Libertà a San Marino, martedì 2 marzo, la sala da pranzo del centro congressi della repubblica del Titano ha ospitato
l’esordio delConcorso Nazionale di Cucina, confronto a aperto a cuochi che non avessero superato di 35 anni di età e, seconda condizione, in forza nei locali della nazione sammarinese con
la speranza che l’anno prossimo almeno uno su dieci vi sia pure nato. Al debutto nessuno.

Tema ben preciso: “Territorio, tradizione e creatività per un primo piatto innovativo”. In giuria, con il sottoscritto, lo chef Vincenzo Cammerucci, il gastronomo Leo Marino
Morganti, i giornalisti Fiorenza Auriemma e Gabriele Zanatta. Ha vinto Paolo D’Angeli con il piatto “I Patacoch al ragout di salsiccia con spuma di fagioli, croccante di
formaggio di fossa e olio agli stridoli”, una pasta tipica della zona sposata ad altri elementi del territorio, proposti però in forme e stili più moderni.

Targa speciale per Michele Zanchi per l’originalità della sua “Insalatina di passatelli neri con seppia e taccole”. A tutti, pur con un alcune indecisioni, è piaciuta la
voglia di pensare un classico con un tocco di singolarità. Abbiamo invece trovato inutile, in questa epoca, proporre formaggi di tutt’altre zone d’Italia senza una logica legata alla
costruzione del piatto piuttosto che i funghi porcini in inverno. A un cuoco oggi si chiede di sapere dove lavora e qual è la stagione fuori dalla finestra.

Dalla newsletter di Identità Golose n. 301 del 09.03.2010

Redazione Newsfood.com
info@newsfoodcom.wpcomstaging.com

Per vedere tutti i video: https://newsfood.com/video-blue-sea-land-2017-nicola-fiasconaro-la-cubbaita/
Vedi anche la Web TV:

Leggi Anche
Scrivi un commento