Polo beni culturali lombardi, intesa con 4 università

Lombardia, 10 Dicembre 2007 – Quattro università coinvolte e oltre 3 milioni di euro per i prossimi tre anni, due terzi dei quali a carico dell’Assessorato alle Culture,
Identità e Autonomie della Lombardia, queste le cifre dell’accordo per la nascita del Polo lombardo per la valorizzazione dei beni culturali siglato oggi a Palazzo Pirelli dall’assessore
Massimo Zanello e dai rappresentanti delle Università degli Studi di Milano e di Pavia (i rettori Enrico Decleva e Angiolino Stella), del Politecnico milanese (il rettore Giulio Ballio)
e dell’Università di Milano Bicocca (il prorettore Susanna Mantovani).

«Un accordo di grande importanza – lo ha definito Zanello – che ha come obiettivo quello di tutelare e di valorizzare lo straordinario patrimonio culturale, artistico e archeologico della
nostra regione. Il Polo sarà una sorta di laboratorio stabile per l’innovazione dove, ognuno con le proprie competenze, si farà sistema con gli altri soggetti, condividendo
programmi e ricerche, sperimentazioni di nuove metodologie di intervento e di restauro».

Le attività del Polo si svilupperanno principalmente entro tre ambiti:
– conoscenza (ricerca storica e archivistica, catalogazione e documentazione),
– ricerca applicata,
– trasferimento tecnologico al sistema delle imprese.

«Un accordo – ha spiegato ancora Zanello – che guarda al nostro passato e allo stesso tempo anche al futuro, impegnato come sarà a formare professionalità di alto profilo
che opereranno in un ambito così importante e ricco di opportunità. Garantire un futuro al nostro passato è infatti il motivo per cui siamo qui oggi a dar vita a questo
progetto».

Leggi Anche
Scrivi un commento