Pane, più forte della crisi: 26.000 aziende attive

Pane, più forte della crisi: 26.000 aziende attive

Una volta si diceva buono come il pane, oggi si dovrebbe evidenziare la sua forza.

L’alimento-base si dimostra capace di reggere la difficile situazione economica. A dirlo è Swg, in azione per conto di Veronafiere e Federazione Italiana dei Panificatori.

In base ai suoi rilevamenti, il settore può vantare 26.000 imprese, 380.000 addetti, indotto compreso, capaci di sfornare 400 varietà diverse, con specialita per ciascuna
provincia.

Secondo gli esperti, è merito della qualità intrinseca dell’alimento. Per molti, è considerato alimento base, per un numero (quasi) altrettanto grande è un piacere.
Risultato, almeno il 30% è quasi “dipendente” da michette, filoni e compagnia.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento