PA, Bonanni: «basta demagogia e coinvolgere i lavoratori»

«Finora ho sentito molti ministri parlare di merito e produttività ma nessuno ha prospettato mai una proposta seria», lo ha dichiarato il Segretario generale della Cisl,
Raffaele Bonanni, entrando a Palazzo Vidoni per l’incontro con il ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta.

«Ridurre la riforma della Pubblica Amministrazione alla solita minaccia di licenziare i ‘ fannulloni’ – ha detto – è pura demagogia da cui non si può cavare un ragno dal
buco». E nel citare l’economista Federico Caffè, Bonanni ha poi aggiunto: «Il ministro Brunetta dovrebbe ricordare l’insegnamento di un maestro come Caffè per il quale
le riforme hanno bisogno di un’azione costruttiva, coraggiosa e costante, e non di mera propaganda».

«Spero comunque – ha concluso Bonanni – che dall’incontro con il Ministro escano prospettive concrete. Non ci dispiace l’idea di un ‘piano industriale’, ma bisogna guardare bene i
contenuti: non si fanno le riforme agitando il bastone ma coinvolgendo i lavoratori.«

Leggi Anche
Scrivi un commento