Marchio Qualità Lavoro le prime adesioni

Il marchio Qualità Lavoro, presentato da Uila e Aiab nel mese di settembre 2007 al Sana di Bologna registra le prime adesioni, ad annunciarlo il presidente dell’Aiab Andrea Ferrante
nell’ambito dei lavori del congresso nazionale dell’organizzazione in corso a Venezia.

Le prime aziende a richiedere l’uso del marchio sono: l’agriturismo «Al fagiolo d’oro» di Sarconi e l’azienda vitivinicola «Torrerosano» di Roccanova; l’azienda
«Omero Moretti», produttrice di vino e olio a Giano dell’Umbria, l’azienda «Arvalia» di Patrizia Merlino a Viterbo nel Lazio e il consorzio «Terre di
Sicilia», società cooperativa di Paternò in Sicilia, specializzata in ortofrutta.

Il marchio Qualità Lavoro è un sistema volontario di certificazione aggiuntiva per le aziende agricole biologiche relativo al rispetto dei contratti di lavoro e delle leggi
sociali; nasce dalla sottoscrizione al Cnel, nell’aprile 2007 e alla presenza del ministro per le politiche agricole Paolo De Castro, di un protocollo d’intesa Uila-Aiab per la promozione del
biologico e della qualità del lavoro.

Soddisfazione è stata espressa dal segretario generale della Uila-Uil Stefano Mantegazza che intervenendo ai lavori del congresso Aiab ha dichiarato: «siamo convinti che il
biologico possa e debba sempre più rappresentare un presidio di eccellenza e sviluppo sociale e occupazionale, un laboratorio di relazioni sindacali avanzate e, soprattutto, possa creare
tanta nuova buona occupazione».

«Nei prossimi giorni si riunirà il comitato bilaterale nazionale istituito da Uila e Aiab che sovrintende alla concessione del marchio» ha annunciato Tiziana Bocchi,
segretario nazionale Uila e membro del comitato stesso «per avviare le procedure di concessione».

Leggi Anche
Scrivi un commento