Le bugie del Comitato per la Valorizzazione del Pizzocchero della Valtellina

Le bugie del Comitato per la Valorizzazione del Pizzocchero della Valtellina

Continua la telenovela per l’ottenimento delle IGP INDICAZIONE GEOGRAFICA PROTETTA per il Pizzocchero della Valtellina. Il Pastificio Annoni S.p.A. di Fara
Gera d’Adda (BG), azienda leader per la produzione del Pizzocchero secco a barrette e dalla stessa brevettato, ha avuto conferma, attraverso i suoi legali, che presso il Ministero delle Risorse
Agricole in Roma alla data del 30 marzo 2011 non è pervenuta alcuna richiesta di udienza pubblica da parte del Comitato per la Valorizzazione del
Pizzocchero della Valtellina
, diversamente da quanto sbandierato ai quattro venti nei suoi numerosi comunicati di averla chiesta nell’ormai lontano mese di ottobre 2010. Onestamente la
cosa non ci sorprende!

Vogliamo brevemente ricordare che la richiesta di ottenimento per la IGP è stata inoltrata dal Comitato medesimo nel lontanissimo 2003 e che durante tutti questi anni il Comitato stesso
sta inutilmente contrastando la richiesta di Annoni di accedere alla IGP causandone di fatto il blocco, nonostante la pronuncia da parte del Ministero che dopo due anni di istruttoria, con
lettera dell’ 8 marzo 2005, si è pronunciata, senza equivoci, a favore dell’ammissione del Pastificio Annoni S.p.A.

Il che, tenuto conto degli attuali inequivoci orientamenti della CEE in materia, oltre al fatto che il Pastifico Annoni S.p.A. non è soltanto il maggior produttore di Pizzoccheri secchi
ma ne è anche l’inventore, come documentalmente dimostrato, rende legittima la domanda su quale sia il reale interesse ed obiettivo perseguito sino a questo momento dal Comitato che, nei
fatti, sta operando contro l’opportunità di ottenere la IGP, diversamente da quanto dichiarato in ogni circostanza.

Questo atteggiamento, rappresenta un grave danno per tutti che ostacola, in un momento così critico per l’economia della Regione Lombardia, l’opportunità di sviluppo e nuove
prospettive di occupazione e lavoro.

Per maggiori informazioni si allega la pagina promozionale informativa del Pastificio Annoni S.p.A. apparsa su molti quotidiani lombardi che descrive in modo chiaro e preciso tutta questa
assurda vicenda che intende privare il Pastificio Annoni S.p.A. di accedere alla IGP.

Leggi Anche
Scrivi un commento