Ippica, Zaia: l’esperienza francese è fondamentale per il settore

 

Agli Stati generali dell’ippica audizione di Louis Romanet, assistente del Presidente di France Galop, il quale ha spiegato che oltralpe la lotta contro gli sprechi e la
riorganizzazione del sistema dei prelievi ha portato a un aumento del volume delle scommesse negli ultimi due anni.

“Ringrazio France Galop per l’offerta di collaborazione. Esperienze significative come quella francese sono un apporto fondamentale al nostro settore ippico. Credo che il
nostro Paese abbia tutti i numeri per affermarsi di nuovo sulla scena internazionale”.

Il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha espresso soddisfazione al termine della prima audizione degli Stati generali dell’ippica con esponenti dei
Paesi europei, che ha visto la partecipazione di un rappresentante della Francia, Louis Romanet, assistente del Presidente di France galop per le relazioni internazionali.

“Mi auguro che l’Italia torni ad occupare un ruolo di rilievo in Europa e nel mondo, ha detto Romanet. Per questo auspico per questo Paese una riforma molto profonda del
comparto e che il Ministro se ne faccia interprete”.

Posizione condivisa dal ministro Zaia, che da tempo sta preparando il Piano strategico proprio per il rilancio del settore.

“Gli Stati generali sono un’ottima opportunità di approfondimento e confronto per arrivare a una riforma condivisa”, ha detto.

Romanet ha spiegato che in Francia la lotta contro gli sprechi e la riorganizzazione del sistema dei prelievi ha portato a un aumento del volume delle scommesse negli ultimi due anni. I
controlli sulla trasparenza e la correttezza delle regole è inoltre fondamentale per la ripresa del comparto.

L’assistente di France Galop ha poi analizzato le cause della crisi italiana. Tra i fattori determinanti, la chiusura dei quattro enti tecnici con il passaggio delle competenze
all’Unire; il passaggio dei controlli sulle scommesse all’Aams; il progressivo passaggio da un sistema meritocratico a uno clientelare.

Le audizioni riprenderanno lunedì 16, nella Sala lettura della Biblioteca del Mipaaf, dalle 14 alle 16, con la partecipazione di rappresentanti francesi, tedeschi, irlandesi e
svedesi, tra cui Halm Engerbelt Chief Executive del Directorium di Berlino, Bertrand Bélinguier presidente del Pmu e Marc Damians della società Shf.

Leggi Anche
Scrivi un commento