Il valore del cibo: inizia a scuola la lotta a bulimia e anoressia

Cinque secoli di vita per insegnare ai bambini il valore del cibo, la fiera di Abbiategrasso, che si svolgerà dal 20 al 22 ottobre prossimi, sta scaldando i motori, intanto da
mercoledì (fino a domani venerdì 19 ottobre) ha aperto ai più piccoli le porte del gusto, della tradizione contadina e dell’educazione alimentare.

Dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.30, nell’ambito di un progetto realizzato dalla Coldiretti di Milano e Lodi in collaborazione con la locale Fondazione per la promozione dell’Abbiatense,
con l’Istituto Mendel di Villa Cortese e con la regione Lombardia, sono stati organizzati per il quarto anno consecutivo dei percorsi didattici su riso, frutta e verdura, pane, uova e latte.
Nel 2006 parteciparono circa 70 classi di scuole materne ed elementari con oltre duemila alunni. “Disturbi alimentari come anoressia o bulimia sono sempre più diffusi e pensiamo che
un’educazione che parta dai primi anni di scuola e di asilo, con la scoperta dell’origine di quello che portiamo in tavola, possa aiutare a creare un rapporto corretto ed equilibrato con il
cibo – commenta Simone Moroni, segretario di zona della Coldiretti – La conoscenza ma anche l’esperienza manuale di creazione degli alimenti sono passaggi fondamentali di questo percorso
educativo”.

Negli stand della fiera, i bambini possono viaggiare nelle risaie, vedere come cresce la pianta e capire come viene lavorata, assaggiando poi torte di riso e biscotti realizzati con farina di
riso. Vanno poi alla scoperta di frutta e verdura e anche di un alimento comune ma importantissimo e simbolico come il pane, per il quale è stato allestito un vero laboratorio di
lavorazione. Ma per i piccoli “Indiana Jones” a caccia dei tesori dell’agricoltura, gli spazi della Fiera di Abbiategrasso sono stati dedicati anche alle uova e alla preparazione della pasta
con questo importante alimento, senza dimenticare infine il latte, prodotto principe della Lombardia, ricco di proteine, vitamine e salute. E per i più avventurosi è possibile il
“battesimo della sella” nel percorso dedicato a un animale che nei millenni è stato uno dei principali mezzi di spostamento scelti dall’uomo: il cavallo.

“Anche quest’anno – conclude Moroni – abbiamo deciso di offrire la massima varietà di opzioni, aiutati anche dal fatto che quello agricolo è un mondo ricco e trasversale rispetto
a diversi argomenti: dall’ambiente all’alimentazione”. Proprio per questo domenica 21 ottobre 2007, alle 10 del mattino, verrà organizzato un dibattito sui cambiamenti climatici
intitolato: “Acqua azzurra, acqua chiara??.”, con la partecipazione del metereologo Flavio Galbiati del Centro Epson Meteo e con Andrea Poggio, vice direttore nazionale di Legambiente.

Leggi Anche
Scrivi un commento