FREE REAL TIME DAILY NEWS

«Frecce e Stelle per la Ricerca» per raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica

«Frecce e Stelle per la Ricerca» per raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica

By Redazione

Acqua Valverde, fonte della Valsesia ai piedi del Monte Rosa, sarà l’acqua ufficiale de «Il Gusto per la Ricerca». La celebre kermesse gastronomica a scopo benefico, arrivata
quest’anno alla Sesta Edizione, si svolgerà domenica 22 marzo presso l’affascinante sede della Base Aerea delle Frecce Tricolori a Rivolto (UD).

Nato nel 2004, «il Gusto per la Ricerca» è il primo evento in Europa a riunire l’eccellenza gastronomica per uno scopo importante: raccogliere fondi da destinare alla ricerca
scientifica sulle neoplasie infantili. Un evento caratterizzato da un perfetto connubio tra solidarietà ed alta cucina che porta con sé valori quali ricercatezza e preziosità
perfettamente in linea con lo stile Valverde.

Creata dallo Studio Matteo Thun & Partners,, la bottiglia di Valverde coniuga le peculiari caratteristiche di quest’acqua con un look prezioso e distintivo, in grado di conferirle un’immagine
di prestigio.

Questi elementi rendono Valverde protagonista dei momenti di consumo fuori casa: nei ristoranti di tendenza, negli hotel o Relais più prestigiosi, nei migliori centri benessere vestendoli
di uno stile unico, semplice ma ricercato. Valverde è disponibile anche nel servizio a domicilio per tutti coloro che non sanno rinunciare allo stile e alla qualità anche nel
quotidiano.

Intervistato sulle qualità dell’acqua in cucina, Massimiliano Alajmo, chef del ristorante «Le Calandre» di Padova e promotore dell’evento insieme al Comitato «Il Gusto
per la Ricerca» ha commentato: «Priva di forma propria, elastica e indifferente alle pressioni esercitate, la liquidità è la reale qualità dell’acqua che,
contenuta nelle paste o trattenuta nei contenitori più disparati, diviene ambasciatrice di gusti e sapori».

«Abbiamo scelto di supportare questa manifestazione perché crediamo sia un evento unico nel suo genere che unisce per un giorno diversi artisti della cucina per un lodevole scopo –
dichiara Michele Cannone, Direttore Marketing Spumador – inoltre le parole pronunciate da Massimiliano Alajmo e la sua particolare visione dell’acqua, quale elemento e ingrediente fondamentale in
cucina, ci sono sembrate in perfetta sintonia con le caratteristiche organolettiche di Valverde e della sua nuova bottiglia che prende la forma dell’acqua».

Durante l’evento verrà inoltre organizzata un’asta di beneficenza con un battitore d’eccezione, il «Gastronauta» Davide Paolini. Tra i preziosi oggetti verrà battuta
all’asta una bottiglia di Valverde, realizzata con un’etichetta in platino resa unica dalla personalizzazione di Matteo Thun.

Quest’anno la «parata di stelle» impegnate ai fornelli sarà veramente ricca. La giornata «Frecce e Stelle per la Ricerca» sarà infatti inaugurata con
l’aperitivo preparato dagli chef stellati friulani, cui seguiranno invece i piatti che hanno reso celebri gli stellati di tutta Italia. Anche i dessert saranno opera dei più grandi maestri
italiani dell’arte dolce.

Tutti i piatti saranno abbinati a vini di eccellenza della tradizione italiana e dall’elegante leggerezza di Valverde.

http://www.valverdewater.com

VALVERDE ACCOMPAGNA IL MENU’ – Frecce e Stelle per la Ricerca

Le Ostriche di Mauro e Andrea Lorenzon
di Mauro Lorenzon – «Enoteca La Mascareta», Venezia

Cappuccino di seppie al nero
di Massimiliano Alajmo – «Le Calandre», Padova

Insalata liquida con capasanta fritta al nero
di Andrea Berton – «Trussardi alla Scala», Milano

Passatina di ceci con gamberi rossi
di Fulvio Pierangelini – «Il Gambero Rosso», San Vincenzo (LI)

Croccantino di foie gras con cuore di aceto balsamico tradizionale di Modena, mandorle di Noto e nocciole del Piemonte
di Massimo Bottura – «La Francescana», Modena

Spaghetti con bottarga di tonno rosso, alici «appena marinate» e salsa al limone
di Ciccio Sultano – «Il Duomo», Ragusa

Minestra di pasta di Gragnano con crostacei e pesci di scoglio
di Gennaro Esposito – «La Torre del Saracino», Vico Equense (NA)

Risotto morbido di carciofi e fritto di carciofi
di Chicco e Bobo Cerea – «Da Vittorio», Brusaporto (BG)

Polenta morbida al cavolo nero con mousse di baccalà all’olio extravergine toscano
di Annie Feolde, Italo Bassi e Riccardo Monco – «Enoteca Pinchiorri», Firenze

Scatoletta di pesce «Gusto Simmenthal»
di Moreno Cedroni – «La Madonnina del Pescatore», Senigallia (AN)

Trippa di vitellone piemontese con fagioli della Maremma al profumo di finocchietto selvatico
di Aimo Moroni – «Il luogo di Aimo e Nadia», Milano

Granita di mandorla romana di Noto e Granita di caffè espresso
di Corrado Assenza – «Caffè Sicilia», Noto (SR)

Torta Setteveli
di Luigi Biasetto – Pasticceria «Biasetto», Padova

Tiramisù destrutturato
di Maurizio Santin – «Il cuoco nero», Roma

Giro del mondo attraverso il cioccolato
di Gianluca Fusto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: