Forum PA 2009, iniziative e innovazioni

Forum PA 2009, iniziative e innovazioni

Il Ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha presentato ieri, 11 marzo 2009, nella sala stampa di Palazzo Chigi, il «Forum PA» e l’iniziativa del
premio «Lavoriamo insieme» per realizzare le pari opportunità, l’e-Governement, la semplificazione e la lotta alla corruzione.

Il premio «Lavoriamo insieme» è un’iniziativa promossa dal Ministro in collaborazione con FORUM PA, che intende:

• premiare le amministrazioni che abbiano realizzato interventi che mettono in pratica gli indirizzi di governo in alcuni ambiti chiave;
• segnalare i migliori progetti in fase di realizzazione che vanno in tale direzione;
• promuovere la visibilità e la diffusione delle buone pratiche e dei migliori progetti di cambiamento.

Il premio riguarda quattro ambiti:

• le Pari Opportunità;
• il Piano e-Government 2012;
• la Semplificazione per i cittadini e le imprese;
• la Lotta alla corruzione.

La partecipazione al Premio diventa, per le amministrazioni che si candidano, l’opportunità di far conoscere le loro buone pratiche, i progetti e l’impegno in direzione del cambiamento;
per le amministrazioni premiate o segnalate, l’opportunità di ricevere un riconoscimento pubblico e di entrare a far parte di reti di cooperazione e scambio fra amministrazioni.

Possono presentare la propria candidatura al Premio:

• le Amministrazioni centrali e periferiche dello Stato;
• le Aziende sanitarie, aziende ospedaliere ed altre amministrazioni pubbliche che operano nel campo sanitario;
• Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane e altre forme associative comunali;
• le Regioni e Province;
• Istituzioni scolastiche;
• le Università e Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica e Musicale;
• gli Enti pubblici non economici e Camere di Commercio, Industria e Artigianato.

Le amministrazioni possono candidarsi presentando interventi già realizzati e progetti in fase di realizzazione (avallati da una decisione formale del vertice dell’amministrazione che
stabilisce i risultati attesi e la data di conclusione prevista). In entrambi i casi, sono ammesse solo le candidature che non siano già state selezionate per l’iniziativa «Non solo
Fannulloni» o per il concorso «Premiamo i risultati» e devono in ogni caso riguardare interventi o progetti che affrontino una o più delle seguenti tematiche:

Per le Pari Opportunità:

• le forme flessibili di organizzazione del lavoro pubblico per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle dipendenti e dei dipendenti;
• la gestione delle risorse umane volta a valorizzare le competenze, a ridurre i differenziali retributivi e il divario di genere, anche nelle posizioni apicali;
• le modalità di erogazione e le tipologie di servizi che favoriscano la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro delle donne e degli uomini e delle famiglie;
• l’uso delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione per favorire le pari opportunità.

Per il Piano e-Government 2012:

• l’efficienza e la riduzione dei costi dei servizi attraverso l’innovazione tecnologica;
• la dematerializzazione finalizzata alla semplificazione, all’accessibilità e alla digitalizzazione dei servizi;
• la cooperazione applicativa finalizzata all’interscambio dei dati e alla eliminazione dei flussi cartacei;
• il coinvolgimento dei cittadini e del personale attraverso processi di partecipazione, di ascolto e di interattività Semplificazione per cittadini e imprese.

Per la Semplificazione per cittadini e imprese:

• la riduzione dei costi della burocrazia per i cittadini e le imprese;
• la trasparenza e la certezza dei tempi e dei diritti;
• la riduzione dei tempi dei procedimenti;
• la semplificazione delle modalità di accesso ai servizi e alle procedure;
• la realizzazione di un unico punto di accesso per servizi e procedure anche di amministrazioni diverse;
• la realizzazione del principio per cui il cittadino comunica una sola volta lo stesso evento all’amministrazione.

Per la Lotta alla corruzione:

• la trasparenza dell’attività contrattuale, con particolare riferimento agli appalti di opere e servizi pubblici, e dell’attività amministrativa svolta in forma
privatistica;
• la formazione sia iniziale che continua, per far conoscere i principi, le norme e gli standard di comportamento volti ad assicurare il buon andamento e la trasparenza dell’azione
amministrativa;
• l’adozione di specifici codici di condotta per ambiti di attività esposti al rischio di corruzione;
• la partecipazione degli stakeholders per assicurare il buon andamento dell’azione amministrativa.

La valutazione delle candidature (affidata a quattro Giurie composte da esperti del settore e rappresentanti istituzionali e degli stakeholders) sarà
basata sui seguenti criteri
:

• rilevanza del problema affrontato;
• rilevanza dei risultati conseguiti o attesi;
• partecipazione degli stakeholders;
• cooperazione tra amministrazioni diverse;
• partnership pubblico-privato;
• innovatività delle soluzioni proposte.

Come partecipare

La candidature possono essere presentate esclusivamente on line utilizzando l’apposita scheda di candidatura disponibile sui siti www.innovazionepa.it e www.forumpa.it.

È ammessa la presentazione di più candidature da parte di ciascuna amministrazione.

L’inoltro on line delle candidature è possibile fino alle ore 24 del 10 aprile 2009. L’elenco delle candidature pervenute sarà pubblicato sui siti www.innovazionepa.it e
www.forumpa.it entro il 15 aprile 2009.

Se serve aiuto

Informazioni e chiarimenti sulle modalità di partecipazione e compilazione della scheda di candidatura possono essere richiesti contattando l’help desk al seguente indirizzo
lavoriamoinsieme@forumpa.it o direttamente per telefono al n. 06 684251 in orario 9,00 – 18,00.

Informativa ex art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 l’Istituto Mides Srl, con sede in Via Alberico II, 33 – 00193 Roma, Titolare del Trattamento, informa che i dati di
ciascun partecipante saranno utilizzati, per la partecipazione al presente bando e per la relativa selezione. Il trattamento è effettuato con l’ausilio di procedure anche informatizzate,
nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità, anche per eventuali comunicazioni a terzi. Il conferimento di tali dati è necessario per valutare i requisiti di
partecipazione e la loro mancata indicazione può precludere tale valutazione. In ogni momento potranno venire a conoscenza dei dati personali i Responsabili e gli incaricati che operano
all’interno delle Unità organizzative cui è funzionalmente attribuito il perseguimento delle finalità sopra riportate. Responsabile del trattamento è l’Istituto Mides
Srl, con sede in Via Alberico II, 33 – 00193 Roma. I candidati possono esercitare i diritti previsti all’art. 7 del Decreto Legislativo 196/2003 che prevede, tra gli altri, quello di ottenere la
cancellazione, la rettifica, l’aggiornamento dei dati. Tali diritti potranno essere esercitati rivolgendosi al Titolare o al Responsabile del trattamento.

Leggi Anche
Scrivi un commento