Formazione, Fabbiani: «l'Abruzzo punta ad innovazione didattica»

Pescara – Sarà un convegno di studio rivolto ai docenti dei dipartimenti di scienze e tecnologia ad inaugurare il prossimo 1° Febbraio il progetto «GaliLeonardo
2», finalizzato alla formazione di insegnanti di materie scientifiche e alla promozione di un cambiamento efficace nella didattica delle scienze, attraverso un percorso di ricerca e
azione.

Il progetto, promosso dalla Regione, dall’Ufficio Scolastico Regionale e dal Ministero della Pubblica istruzione, è stato presentato stamane dall’assessore alla Formazione, Fernando
Fabbiani, dal dirigente scolastico della Scuola Media «Benedetto Croce» di Pescara, Bruno D’Anteo e dalle coordinatrici scientifiche Carla Antonioli e Filomena Rapagna. «Il
recupero di competenze, soprattutto nel campo scientifico, colmando ritardi nell’innovazione e le differenze che ci separano ancora da altre regioni e altri Paesi è la finalità
primaria di questi progetti di formazione» ha sottolineato l’assessore Fabbiani. «La Regione ha inteso contribuire all’avvio di questi progetti per sviluppare la cultura della
ricerca scientifica e dell’innovazione tecnologica – ha proseguito Fabbiani – per questo sono stati utilizzati fondi europei».

I fondi impiegati per il progetto «GaliLeonardo 2», nelle quattro province abruzzesi, consistono in fondi Por Abruzzo 2000-2006 di 500.000 euro. Per il progetto è stata
prevista anche la formazione a distanza attraverso l’attivazione del sito www.galileonardo2.it e all’interno di questo sito sarà creata una banca dati di tutto il materiale prodotto.
Durante il corso di formazione i docenti referenti potranno essere affiancati da sportelli di «counseling sos scienza» per la strutturazione delle fasi sperimentali, nella messa a
punto dei materiali per gli esperimenti, nella elaborazione della documentazione. E’inoltre prevista l’implementazione di un laboratorio come luogo fisico o anche solo metaforico nel quale
«fare scienza» con i percorsi scelti utilizzando kit appositamente predisposti e che verranno forniti alle scuole. Il corso si articolerà infine in altri due convegni di
studio in programma nei giorni 11 e 12 Aprile prossimi e quindi a Maggio, in data da stabilire, con la conclusione del corso attraverso una videoconferenza con scienziati di fama mondiale
rivolto ai docenti referenti, a tutti i docenti dei dipartimenti di scienze e tecnologia e a tutti gli interessati.

Leggi Anche
Scrivi un commento