Ferrara: Coldiretti – Il 30 aprile, manifestazione “Stop a inganni e moltiplicazione prezzi, nasce la filiera agricola tutta italiana”

Ferrara: Coldiretti – Il 30 aprile, manifestazione “Stop a inganni e moltiplicazione prezzi, nasce la filiera agricola tutta italiana”

Ferrara – Saranno oltre 300 i produttori agricoli e i rappresentanti di strutture associative, dirigenti e cooperatori della Coldiretti ferrarese, capitanati dal Presidente Mauro Tonello
che interverranno il 30 aprile alle 9,30 al Palalottomatica di Roma, alla manifestazione in cui Coldiretti, con lo slogan “Stop a inganni e moltiplicazione
prezzi, nasce la filiera agricola tutta italiana”
, presenterà il “piano spesa” per portare “il vero Made in Italy sulle tavole al giusto prezzo” al Presidente del Consiglio Silvio
Berlusconi, al Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola e al Ministro per le Politiche Agricole Luca Zaia, che porteranno il loro contributo alla Convention aperta dal Sindaco di Roma
Gianni Alemanno.

All’incontro insieme al Presidente Nazionale della Coldiretti Sergio Marini parteciperanno in 15.000 tra imprenditori agricoli e rappresentanti delle strutture organizzate della Coldiretti:
cooperative, mercati degli agricoltori (farmers market) di Campagna Amica e Consorzi Agrari italiani.

I consumi alimentari ricorda Coldiretti Ferrara sono la seconda voce di spesa, dopo la casa, con una incidenza del 19 per cento sul reddito degli italiani e l’opportunità di risparmio
offerta dal “piano spesa” della Coldiretti, per garantire la qualità al giusto prezzo, è un contributo dell’agricoltura allo sviluppo
sostenibile.

La crescente attenzione del consumatore all’origine e alla sicurezza di ciò che acquista è confermata anche nella nostra provincia dal crescente interesse per gli acquisti
direttamente dal produttore.

Secondo i dati di Coldiretti regionale un consumatore su due ha acquistato almeno una volta direttamente dal produttore agricolo, rifornendosi presso le 4.600 aziende che fanno vendita diretta
in Emilia-Romagna o presso i mercati contadini la cui diffusione è in costante crescita nei paesi e nelle città.

In Emilia Romagna sono già una trentina i farmers market, (7 dei quali a Ferrara e provincia) la cui diffusione – commenta Coldiretti – ha incontrato il gradimento dei cittadini
perché tagliano le intermediazioni e garantiscono la qualità, la genuinità, la sicurezza e la convenienza dei prodotti.

Dopo i recenti scandali alimentari (suini alla diossina, latte alla melamina) l’acquisto diretto dal produttore, secondo un’indagine Swg/Coldiretti, per il 63% dei consumatori è motivato
proprio dalla genuinità, seguita dal gusto (39%) e dal prezzo (28%).

Leggi Anche
Scrivi un commento