Fermate quel banchetto: Brambilla e Frattini contro la Lega Nord

Fermate quel banchetto: Brambilla e Frattini contro la Lega Nord

Uno speciale banchetto infiamma e divide la maggioranza: Il team Brambilla-Frattini contro la Lega Nord, in particolare il deputato Maurizio Fugatti.

A fare dalla scintilla, la prima festa estiva della Lega Nord Primiero a Imer in Trentino, ed in particolare il banchetto a base di carne d’orso che essa offre.

Per Fugatti, l’iniziativa ha un doppio significato. In primis, quello storico-alimentare, essendo “Un’ occasione per stare insieme all’aperto e rivivere antiche tradizioni gustando prelibati
piatti tipici trentini”. Ma la festa serve anche per protestare contro il il programma Life Ursus, che sponsorizza l’insediamento degli animali nelle regioni montuose del Trentino. Anche qui,
Fugatti è chiaro: ” Questa iniziativa vuole essere un segnale chiaro ai cittadini, che hanno tutto il diritto di riconquistare il loro territorio e di girare liberi senza mettere a
rischio la propria incolumità. Il fallimento del progetto Life Ursus, che prevede l’insediamento degli orsi nelle montagne trentine, è ormai sotto gli occhi di tutti. Per
difendere e tutelare le popolazioni nelle zone di montagna del Trentino dalle continue visite degli orsi, noi preferiamo consumarli in questo modo”.

Ma non tutti la pensano così.

Primo ad opporsi, il ministro degli esteri Franco Frattini, che ha esternato la sua contrarietà tramite blog personale sul Web. Poi la ministra del Turismo Michela Brambilla, che ha
subito fatto fronte comune col collega. La loro alleanza ha prodotto una nota: “A nome di tutti gli esponenti del Pdl che, come noi, provano profonda indignazione nell’apprendere che in una
festa leghista del Trentino verrà servita carne di orso chiediamo al segretario del partito, nostro alleato, di intervenire per fermare questa scandalosa iniziativa”.

Nella questione si sono poi inserite gli animali. Il WWF invoca controlli sulla carne, essendo l’orso una specie protetta, ed accusa gli organizzatori della manifestazione di voler
strumentalizzare la questione, evitando un confronto scientifico.

Stesso tono da parte dell’Enpa, che ha manifestato “Orrore” ed ha richiesto l’azione di Nas e Corpo Forestale, “Per verificare il rispetto di tutte le norme nazionali e internazionali a tutela
della fauna protetta”.

Da parte sua, la LAV (Lega Anti Vivisezione) evidenzia i problemi degli orsi trentini: dopo prigioni, abbattimenti ed aggressioni varie, adesso stanno per diventare il piatto principale del
banchetto

Fugatti non subisce, ma risponde colpo su colpo. Riguardo alla legalità della festa, ricorda come la carne provenga dalla Slovenia, dove è legale è tracciata. Riguardo ai
dubbi morali, sostiene come “Noi non vogliamo incentivare o sponsorizzare il consumo di carne d’orso”.

Obiettivo della mangiata di Imer è far conoscere i pericoli, per la vita ed il patrimonio, che minacciano i cittadini della regione. Conclude così il leghista: “La nostra è
una provocazione perché nessuno ci ascolta. La situazione è davvero pericolosa: ci sono orsi che vanno in giro nei paesi, mettono a repentaglio l’incolumità delle persone e
del bestiame. È già successo che rincorressero della gente. Immagini di andare a fare una passeggiata con la sua famiglia in montagna e di ritrovarsi davanti un orso affamato”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento