Entro il 2009 140 impianti di metano per auto in Lombardia

Milano, 9 Ottobre 2007 – Realizzare, grazie alle iniziative regionali in corso, 140 impianti entro il 2009, triplicare il numero dei veicoli a metano e raggiungerne l’1% dei mezzi
privati circolanti entro il 2010, immatricolando almeno 30000 nuovi veicoli.

Sono queste le cifre illustrate dall’assessore al Commercio, Fiere e Mercati, Franco Nicoli Cristiani, intervenuto alla decima edizione del Conferenza nazionale sul metano per autotrasporti,
«Metanauto», in corso a Bologna.
Regione Lombardia è infatti fortemente impegnata nel completare e rafforzare la propria rete distributiva del metano per autotrazione grazie ad un accordo siglato un anno fa con le sei
associazioni degli operatori, 50 imprese del settore e diversi soggetti pubblici e privati impegnati nella realizzazione degli impianti.

«Il programma per il metano da autotrazione – ha detto l’assessore Nicoli Cristiani – rientra nelle linee d’azione prioritarie della politica di prevenzione e contrasto all’inquinamento
atmosferico attivate dalla Regione fin dalla seconda metà degli anni Novanta e si sposa con le altre iniziative attivate dalla Lombardia, come la carta sconto per i possessori dei
veicoli a metano, rilasciata ad oltre 12.000 cittadini (che consente risparmi di oltre il 10% cento sul costo di rifornimento) o i bandi per la sostituzione e l’adattamento dei veicoli
più inquinanti con impianti a metano».

Una presenza capillare degli impianti su tutto il territorio regionale è, però, condizione necessaria per lo sviluppo del parco circolante. Con questa consapevolezza Regione
Lombardia, negli ultimi anni, ha modificato la propria normativa per agevolare l’apertura degli impianti anche da parte degli operatori più piccoli ed ha attivato un rete tra tutte le
istituzioni e i soggetti interessati per supportarli nell’iter delle autorizzazioni e della realizzazione degli impianti.
«Tutto ciò è stato facilitato – ha aggiunto Nicoli Cristiani – dalla scelta del metodo del partenariato e dell’alleanza pubblico-privato che ha portato, in un solo anno, a
rendere operativi otto nuovi impianti, a rilasciare sette autorizzazioni e avviare le pratiche per 35 nuove aperture».

Nel 2001 in Lombardia erano operativi 26 impianti a metano, dopo di che il numero è raddoppiato anche se le cifre restano ancora lontane da quelle delle Regioni storicamente orientate al
metano come ad esempio la Germania.
«Stiamo recuperando un gap storico – ha concluso l’assessore Nicoli Cristiani – nelle infrastrutture della rete stradale a metano ma siamo assolutamente in linea con una crescita della
domanda che premia e stimola il nostro impegno».
In Lombardia le immatricolazioni dei veicoli a metano sono passate nell’ultimo biennio da 16.392 a oltre 25.000 e i consumi da 24 a 32 milioni di mc l’anno, con un aumento di circa il 35%.

Leggi Anche
Scrivi un commento