Energia, approvato l’elettrodotto sottomarino Sicilia-Calabria

E’ stato approvato dal Ministero dello Sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell’Ambiente e a seguito dell’intesa favorevole della Regione Sicilia e della
Regione Calabria, l’elettrodotto sottomarino Villafranca – Scilla, primo tassello per la realizzazione dell’interconnessione tra Sicilia e Calabria che metterà in
sicurezza il sistema elettrico siciliano.

L’elettrodotto, di 43 chilometri, attraverserà lo Stretto di Messina e sarà il più lungo cavo sottomarino al mondo a corrente alternata. I lavori di
realizzazione, da parte di Terna, inizieranno il prossimo giugno.

“L’avvio di questa importantissima opera – ha commentato il Ministro Scajola – consentirà l’eliminazione della congestione della rete elettrica tra
Sicilia e Calabria. Ciò eviterà il rischio di isolamento elettrico della Sicilia e aumenterà l’efficienza della rete con una riduzione delle perdite di circa
50 milioni di kilowattora l’ anno”.

La connessione sottomarina costituisce il primo tratto del futuro elettrodotto Sorgente (Messina) – Rizziconi (Reggio Calabria) attualmente in fase di valutazione d’impatto
ambientale (VIA), che prevede un investimento complessivo di 390 milioni.

L’opera, della lunghezza totale di 103 chilometri, rientra per la sua strategicità fra le infrastrutture energetiche che beneficeranno dei finanziamenti stanziati della
Commissione europea per i progetti in campo energetico per 100 milioni.

Leggi Anche
Scrivi un commento