ECVET: il sistema per favorire la mobilità in Europa

La Commissione ha lanciato un’iniziativa finalizzata ad agevolare la mobilità nell’istruzione e formazione professionale a livello continentale: il sistema ECVET.
Si tratta, in particolare, di un sistema di crediti derivanti dai percorsi di istruzione e formazione professionale seguiti nel Paese d’origine che consentono di riconoscere in modo formale
conoscenze, abilità e competenze acquisite negli altri Paesi dell’Unione Europea.
Il sistema di crediti europeo, dunque, non intende sostituire i singoli sistemi nazionali, ma favorisce il trasferimento dei dati e delle informazioni tra essi.
“ECVET renderà molto più facile per i singoli allievi a completare i loro corsi di formazione in diversi istituti di formazione e in diversi Paesi, rafforzando la mobilità
di studenti in tutta Europa – ha spiegato il Commissario UE per l’Istruzione, Formazione, Cultura e Gioventù, Ján Figel – Si tratta di successo ancora più rilevante, visto
che ci sono più di 30000 istituti di formazione professionale circa l’UE”.
Ad oggi, infatti, i sistemi di istruzione in Europa sono molto frammentari e spesso complessi, come risulta evidente dall’elevato numero di qualifiche e procedure che rendono difficile il
trasferimento dei risultati dell’attività di formazione anche all’interno di uno stesso Paese.
ECVET, dunque, punta a sostenere la mobilità dei lavoratori UE e a garantire loro un accesso migliore alla formazione permanente, sia a livello formale che in contesti informali.
La Commissione, ricordando che ECVET è pienamente compatibile sia con il sistema di credito europeo nel campo dell’istruzione superiore sia con i sistemi nazionali di istruzione e
formazione professionale, ha sottoposto il progetto all’approvazione del Parlamento e del Consiglio UE, sottolineando che gli Stati membri possono scegliere di aderirvi su base volontaria.

Leggi Anche
Scrivi un commento