Due nuovi strumenti per la ricerca in Europa

«Casino Royale», «Il codice Da Vinci», la trilogia «Il signore degli anelli», «Batman Begins», «King Kong», «Superman
Returns» o «X-Men 3: conflitto finale» sono tutti film che hanno in comune la qualità degli effetti speciali realizzati grazie al software Furnace , insignito del
premio Oscar .

Messo a punto da quattro specialisti europei, questo software ha potuto beneficiare del sostegno decisivo dell’Unione europea nell’ambito del 7° programma quadro per la ricerca e in
particolare delle azioni Marie Curie , che intendono migliorare la formazione e la mobilità dei ricercatori nel corso della loro carriera.

Il 14 gennaio gli ideatori del software e numerosi operatori del settore pubblico e privato si riuniranno a Bruxelles in occasione di una conferenza sulle azioni Marie Curie, dedicata in
particolare alle partnership tra imprese e università. La Commissione è convinta che queste forme di collaborazione siano essenziali per la competitività europea e ha
peraltro pubblicato un nuovo bando di gara per finanziare progetti di questo tipo.

Ha inoltre appena istituito l’Agenzia esecutiva per la ricerca , incaricata soprattutto di gestire il programma di borse Marie Curie, ma che si occuperà anche della ricerca a favore
delle piccole e medie imprese e di alcuni capitoli delle azioni «Spazio» e «Sicurezza» del 7° programma quadro. E poiché i ricercatori meritano un servizio di
prima qualità, è stata creata una seconda agenzia: l’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo della ricerca , incaricata dell’attuazione del programma specifico «Idee»
del 7° programma quadro, volto a stimolare la ricerca di frontiera.

Leggi Anche
Scrivi un commento