La Commissione presenta l'iniziativa sui mercati di punta

La Commissione europea ha chiesto un’azione concertata per promuovere rapidamente la nascita di sei mercati di punta in cui l’Europa ha la possibilità di diventare leader mondiale,
l’«iniziativa mercati di punta per l’Europa» (LMI, Lead Markets Initiative for Europe) è incentrata sulle aree in cui le autorità pubbliche europee possono agevolare
l’innovazione guidata dall’industria mediante la creazione di quadri giuridici e normativi favorevoli, la fissazione di standard, il miglioramento dell’accesso al capitale di rischio, il
sostegno alla ricerca e la promozione di appalti pubblici per beni e servizi innovativi.

I primi mercati di punta a crescita elevata individuati per beni e servizi ricchi di ricerca e innovazione sono i prodotti a base biologica, l’eHealth, i prodotti tessili protettivi, l’edilizia
sostenibile, il riciclaggio e le energie rinnovabili.

La Commissione auspica che l’iniziativa aumenti il fatturato annuale complessivo dei mercati in questione da 120 Mrd EUR a oltre 300 Mrd EUR e crei più di 3 milioni di posti di lavoro
nell’UE nel 2020.

«L’Europa deve sviluppare mercati orientati all’innovazione in maniera più mirata, creando le condizioni per agevolare la commercializzazione di prodotti e servizi
innovativi», ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Günter Verheugen, competente per le imprese e l’industria. «L’iniziativa mercati di punta ha individuato mercati
emergenti promettenti in cui l’Unione europea può potenzialmente diventare leader mondiale e nei quali occorre con urgenza un’azione coordinata», ha aggiunto.

I prodotti a base biologica sono stati considerati una delle aree in cui si potrebbe creare un mercato orientato all’innovazione per consentire alle aziende di introdurre nuovi prodotti
realizzati con materie prime rinnovabili.

«L’Europa occupa una buona posizione in seno ai mercati di prodotti innovativi a base biologica, in quanto può fare affidamento su una base industriale e tecnologica di punta.
Tuttavia, l’incertezza percepita a proposito delle proprietà dei prodotti e la scarsa trasparenza del mercato ne impediscono la rapida diffusione», si legge in una dichiarazione
della Commissione.

Il suo piano d’azione in tale mercato di punta consiste nell’integrare una serie di azioni, dal miglioramento dell’attuazione degli obiettivi attuali per i prodotti a base biologica, alla
standardizzazione, all’etichettatura e alla certificazione per garantire la qualità e l’informazione dei consumatori sui nuovi prodotti, e allo sfruttamento degli acquisti delle
autorità pubbliche.

L’industria biotecnologica europea ha accolto con favore la comunicazione della Commissione, sostenendo che incoraggiare gli appalti pubblici di prodotti a base biologica, stimolare la domanda
tramite gli standard, sviluppare una campagna di informazione e comunicazione che illustri i vantaggi di tali prodotti, e ricercare un sostegno finanziario specifico per la realizzazione di
impianti pilota e dimostrativi di bioraffineria sono tutte azioni volte a promuovere lo sviluppo, la produzione e l’accettazione dei prodotti a base biologica in Europa.

«L’iniziativa mercati di punta è il primo passo del processo, costituito da appoggio politico attivo e da incentivi, destinato ad aiutare l’Europa a raccogliere tutti i frutti
della bioeconomia basata sulla conoscenza. Siamo lieti che la Commissione abbia adottato un approccio integrato che riunisca tutte le aree politiche più importanti, quali ricerca e
innovazione, ambiente, agricoltura, industria, trasporti ed energia, per sviluppare un piano d’azione comune in quest’area. Esortiamo la Commissione e gli Stati membri a dare seguito alla
comunicazione con azioni concrete per rendere fruibili tutti i vantaggi e aumentare la competitività del mercato europeo», ha dichiarato Ian Hudson, presidente del consiglio della
biotecnologia industriale di EuropaBio.

La Commissione pubblicherà una comunicazione sull’attuazione di un approccio ai mercati di punta nella prima metà del 2008.

Leggi Anche
Scrivi un commento