Dimagrire, frullato di verdura con riso è la zuppa migliore

Dimagrire, frullato di verdura con riso è la zuppa migliore

Vuoi dimagrire? Mangia una zuppa. Questo consiglio, della nonna ma anche dei nutrizionisti è valido, data la capacità del piatto di saziare.

Tuttavia, tra le preparazioni e le ricette, rimane oscuro quale sia la migliore per tagliare l’appetito.

Cercare informazioni è stato allora l’obiettivo di una ricerca della Oxford Brookes University, diretta dal dottor Clegg e pubblicata sul “European Journal of Clinical Nutrition”.

Prima gli scienziati hanno selezionato 12 volontari adulti. Poi hanno fatto consumare loro, in tre forme diverse, gli stessi cibi: crema di riso (50 grammi), pollo (70), ortaggi (150).

Allora, il primo menu speciale è stato a base di cibi solidi, il secondo semisolidi (pollo ed ortaggi frullati, riso intero), il terzo crema (tutto frullato). Durante il pasto ed alla
fine, i volontari venivano testati per monitorare pienezza (soggettiva), lo svuotamento gastrico (aumenta al diminuire della sazietà) e risposta glicemica (che modifica l’azione del
centro della sazietà del cervello).

Mettendo assieme il tutto, si è notato come il terzo pasto (tutto frullato) portasse ad una maggiore sazietà e, di conseguenza, tempi più lunghi di svuotamento gastrico. Ma
i risultati migliori arrivavano dal secondo tipo (condimento frullato più riso intero): maggiore innalzamento della glicemia, causato dalla maggiore digeribilità dei carboidrati
nel riso frullato rispetto ai chicchi interi.

Perciò, conclude Clegg, se si vuole aprire la tavola con la zuppa la ricetta migliore è crema di verdura con riso a chicchi interi: maggiore sazietà (con riduzione delle
calorie assunte fino al 20%) senza però picchi di glicemia.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento